Economia

Tutti in fila per un paio di scarpe da 200 euro. C'è chi le rivende al quadruplo

Si chiamano Yeezy Boost e sono le scarpe del desiderio che hanno spinto un manipolo di persone, per di più giovani e giovanissimi, a mettersi tutti in fila di buon mattino davanti all'ingresso del negozio Sugar di Giuseppe Angiolini in corso...

yeezy-boost

Si chiamano Yeezy Boost e sono le scarpe del desiderio che hanno spinto un manipolo di persone, per di più giovani e giovanissimi, a mettersi tutti in fila di buon mattino davanti all'ingresso del negozio Sugar di Giuseppe Angiolini in corso Italia ad Arezzo.

Ancora una volta queste scarpe Adidas firmate dal rapper Kanye West in edizione limitata (escono due volte l'anno, sempre con sigle diverse) hanno scatenato gli appetiti dei consumatori, come già accaduto alla fine dello scorso aprile.

Oltre duecento euro al paio per un oggetto culto. Ma non c'è solo il consumismo dietro il fenomeno Yeezy Boost: queste scarpe possono essere considerate una sorta di bene rifugio. O forse qualcosa di più, dato che i pezzi in circolazione sono pochissimi, il prezzo tende salire. E chi se ne aggiudica un paio di può rivenderlo con profitto online. La speculazione online, in passato, ha fatto raggiungere prezzi vertiginosi: anche 800 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutti in fila per un paio di scarpe da 200 euro. C'è chi le rivende al quadruplo

ArezzoNotizie è in caricamento