Timidi segnali positivi dal rapporto sull'economia provinciale: la disoccupazione scende al 9,2%

In occasione della Giornata dell’Economia, evento che giovedì che vede accomunate tutte le Camere di Commercio italiane, saranno presentati i dati informativi e di analisi che scaturiscono dagli Osservatori di settore e dal monitoraggio...

GIUSEPPE-SALVINI4

In occasione della Giornata dell’Economia, evento che giovedì che vede accomunate tutte le Camere di Commercio italiane, saranno presentati i dati informativi e di analisi che scaturiscono dagli Osservatori di settore e dal monitoraggio dell’andamento congiunturale. Il “Rapporto 2017 sull’economia provinciale” dà segnali di crescita accompagnati da alcuni elementi di incertezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Potremmo così sintetizzare - spiega una nota della Camera di Commercio - il quadro delineato dal Rapporto sull'economia provinciale 2017, che sarà presentato, nella sua interezza, nel corso della Giornata dell'Economia.

Un andamento economico, quello aretino, che peraltro non si discosta molto da quello regionale e nazionale. Una crescita ancora bassa, rispetto sopratutto a quella di altri paesi europei, che beneficia di una accelerazione degli investimenti – a lungo compressi dalla crisi degli ultimi anni – e, più in generale, del sostegno della domanda interna, grazie ad una evoluzione positiva dei consumi delle famiglie. Le esportazioni aretine sono invece risultate meno brillanti rispetto al recente passato, anche in considerazione di un contesto internazionale meno propizio.

La limitata crescita dell’economia è stata accompagnata da un decremento del tasso di disoccupazione provinciale che dopo anni di crescita piuttosto sostenuta, per la prima volta fa segnare un arretramento dal 10,3% del 2015 al 9,2% del 2016. Siamo ancora però lontani da una situazione di normalizzazione del mercato del lavoro sia per il numero ancora elevato dei disoccupati sopratutto giovani (un giovane su cinque in età lavorativa è senza lavoro) sia per la forte contrazione registrata nei contratti a tempo indeterminato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • LIVE | Comune di Arezzo, sarà ballottaggio. Ghinelli: "Ralli avversario temibile"

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. I dati

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento