Sospensione dei pagamenti, Cna: "Vale solo per un'impresa su tre"

Il direttore Edi Anasetti: "Questo non è uno Stato vicino agli imprenditori. Così si escludono migliaia di imprese in difficoltà finanziarie causa Covid-19"

“Si fa presto a parlare di rinvii delle scadenze fiscali con l’intenzione di dare ossigeno e lasciare risorse nelle casse delle piccole e medie imprese quando poi, a ben guardare, ne può beneficiare solo un’impresa su tre – è il commento di Edi Anasetti direttore Cna Arezzo - Così si escludono migliaia di imprese in difficoltà finanziarie causa Covid-19. Il decreto liquidità, infatti, stabilisce la sospensione di due mesi dei pagamenti fiscali e contributivi fissati il 16 aprile ed il 16 maggio solo per le imprese con perdite di fatturato a marzo e aprile di almeno il 33% rispetto agli stessi mesi dell’anno precedente”. 

“Una limitazione che, per difficoltà nel ricostruire la corretta imputazione delle fatture di competenza dei periodi da mettere a confronto, e per la non coincidenza tra fatturazione e incasso, rischia di obbligare ad effettuare i versamenti già del prossimo 16 aprile a migliaia di imprese che non hanno disponibilità finanziarie, includendo quelle che sono state costrette a interrompere l’attività a seguito dei decreti governativi”.

Ma c’è di più: le prime, quelle del Cura Italia, e le nuove scadenze moltiplicano i versamenti in scadenza a maggio e giugno. “C’è il rischio che molti contribuenti avranno difficoltà ad effettuare i versamenti dato che, nel frattempo, le misure sulla liquidità contenute nello stesso decreto stenteranno ad arrivare. In questa fase di emergenza e di inefficacia normativa, slittare significa solo rimandare a breve il problema e accumulare problematicità anziché risolverle”. 

Un decreto liquidità doppiamente penalizzante quindi per i soggetti più in difficoltà: non ha centrato l’obiettivo dell’emergenza liquidità facile e veloce sul fronte del credito, non ha evitato penalizzazioni, interventi temporanei, sovrapposizioni di pagamenti sul fronte fiscale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Oltre a rischiare di non concedere vero credito aggiuntivo alle imprese – precisa il direttore - non si provvede neanche ad allargare la sospensione dei pagamenti ai tributi locali, per i quali si lascia l’ultima parola ai Comuni, e agli avvisi bonari: in sostanza si illude e si delude. L’emergenza in atto imporrebbe invece misure straordinarie chiare e decise: non la sospensione ma la cancellazione di imposte e tributi per tutte le attività chiuse a seguito delle disposizioni di legge. Diventa indispensabile se non si vuole aggravare definitivamente la situazione e gettare nella disperazione migliaia di artigiani e piccoli imprenditori. Lo Stato in questo momento sia con i fatti davvero vicino agli imprenditori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento