Sergio Staderini lascia la guida di Coingas

Si è dimesso da amministratore unico, giovedì 31 la scelta del successore

Sergio Staderini

Sergio Staderini non è più l'amministratore unico di Coingas, società pubblica aretina dell'energia che costituisce uno dei pilastri all'interno della multiutility Estra. La decisione - che l'amministratore ha preso a malincuore - deriva da un'incompatibilità tra il ruolo nella partecipata e quello di lavoratore, quale dipendente di banca. Si chiude così un'epoca per Coingas, che ha visto Stederini alla guida prima come presidente, poi come amministratore unico. Il suo successore sarà deciso dall'assemblea dei sindaci giovedì prossimo 31 gennaio. Lunedì 28, intanto, è stata convocata una conferenza stampa per chiarire nel dettaglio i motivi che hanno portato Staderini a rinunciare alla carica in Coingas.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La nota di Coingas
In merito alle dimissioni dell’amministratore unico di Coingas Sergio Staderini, precisiamo quanto segue.
Le dimissioni si sono rese necessarie a causa di una incompatibilità nello svolgimento del suo ruolo di quadro direttivo presso Intesa SanPaolo. Il codice etico, di questo e di altri istituti bancari, vieta ai dipendenti l’assunzione di cariche apicali in società pubbliche e private. I motivi sono quindi soltanto tecnici e non politici, come invece è stato fatto intendere da alcune testate che hanno pubblicato la notizia senza chiedere riscontro al diretto interessato. Nessun “terremoto in Coingas”, soltanto un motivo burocratico che impedisce a Sergio Staderini di proseguire nell’incarico che gli era stato conferito nel 2016 come presidente, e dal 2017 come amministratore unico. Questo problema è emerso nel momento in cui Sergio Staderini, nel luglio 2017, a causa del noto accorpamento, è passato da Banca Popolare di Vicenza a Intesa San Paolo. Quest’ultima ha sollevato la conflittualità, nonostante Staderini fosse precedentemente autorizzato da Banca Popolare di Vicenza a ricoprire l’incarico presso Coingas. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. I dati

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento