Martedì, 15 Giugno 2021
Economia

Ripartenza matrimoni e cerimonie tra le incognite, Lodovichi: "Feste possibili dal 15 giugno"

Dal Comitato Tecnico Scientifico si attendono le indicazioni su numero di ospiti e location all'aperto e al chiuso. A quanto pare non si potrà ballare in base allo stesso motivo per cui le discoteche restano chiuse

Il Governo ha deciso, dal 15 giugno potranno ripartire matrimoni e le cerimonie collegate. Cioè dopo il rito laico o religioso potranno essere organizzati i rinfreschi o i pranzi con amici e parenti. Ma quanti? Questo non è ancora chiaro, molte delle regole pratiche dovranno essere stilate dal Comitato tecnico scientifico prima di entrare a far parte della normativa che riguarderà anche l'organizzaione di feste analoghe per comunioni e battesini. Chi potrà partecipare? Sono tre i modi con i quali è possibile partecipare alla festa: essere in possesso del green pass vaccinale (pare che verrà rilasciato dopo due settimane dalla prima dose), avere la certificaiozne di guarigione dal Covid oppure avere il referto negativo di un tampone effettuato nelle 48 ore precedenti.

Unione Cuochi Toscani - Roberto Lodovichi (1)-2Ma cosa ne pensano gli addetti ai lavori? "Un po' ce lo aspettavamo che sarebbe stato così visto che stiamo portando avanti una modalità di riaperture graduali per ridurre i rischi - commenta Roberto Lodovichi di Italian Taste - Molte delle regole che serviranno erano in vigore anche anno scorso come ad esempio il distanziamento, l'uso delle mascherine, la figura che abbiamo inserito del Covid Manager."

Sarà lui che sarà responsabile del controllo della regolarità degli ospiti? "Non è chiaro - dice ancora Lodovichi - non è ancora uscito il protocollo esatto, di certo dovremo tenere la lista dei clienti e il loro numero di telefono. Poi però ci sono aspetti da chiarire chi deve conservare i certificati degli ospiti anche vista la protezione dei dati per motivi di privacy? Noi che ci occupiamo dell'organizzaizone? La location? Oppure la famiglia che organizza?"

Per quanto riguarda i matrimoni sembra ancora tutto fermo: "Ci sono ancora troppe incognite e chi ha rimandato aspetta di capire meglio quante persone potranno essere presenti e quali regole ci saranno al chiuso e all'aperto, la stagione vera e propria presumiamo che ripartirà a settembre, intanto attendiamo eventi per i quali facciamo catering ad esempio le Mille Miglia e l'inizio delle riprese del film di Vanessa Incontrada."

In questo fine maggio e inizio giugno intanto si stanno tenendo le prime comunioni in alcune parrocchie che hanno deciso di cerebrarle con accessi ridotti in chiesa. E le famiglie subito dopo cercano di organizzarsi, seguendo le regole. "Al ristorante si può andare stando all'aperto e distanziati, dal primo giugno si potrà mangiare anche al chiuso, feste però non si possono fare fino al 15 giugno. Poi sarà possibile anche organizzare buffet controllati con il cameriere che serve tutti e un tavolo vuoto di isolamento dove viene posto il piatto composto come richiesto dall'ospite. Si può fare, siamo pronti."

Non si potrà ballare però. Chiuse le discoteche all'aperto e al chiuso e quindi nemmeno alle feste sarà possibile lanciare trenini e balli di gruppo per festeggiare gli sposi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripartenza matrimoni e cerimonie tra le incognite, Lodovichi: "Feste possibili dal 15 giugno"

ArezzoNotizie è in caricamento