Economia

Rifiuti. Arezzo tra le realtà migliori per attenzione alle aziende e carta dei servizi, i giudizi

Il servizio, almeno per quello che riguarda il parere degli esperti di Ref Ricerche che recentemente hanno espresso sulle colonne del Sole 24 Ore, è molto positivo se non, in alcuni frangenti ottimo. Il soggetto in questione è la società che...

rifiuti_cassonetti_differenziata

Il servizio, almeno per quello che riguarda il parere degli esperti di Ref Ricerche che recentemente hanno espresso sulle colonne del Sole 24 Ore, è molto positivo se non, in alcuni frangenti ottimo.

Il soggetto in questione è la società che fornisce il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani nella provincia di Arezzo. In altre parole è Sei Toscana ad essere finita sotto la lente d'ingrandimento degli esperti. E il quadro che ne emerge non è affatto male. Almeno per il contesto aretino. Il giudizio ottenuto dalla società per quello che riguarda l'attenzione rivolta alle imprese in fatti è "buono". In questo senso "sono stati passati al setaccio i pacchetti di agevolazioni per le aziende dove si spazia dagli sconti che devono andare a motivare i comportamenti virtuosi degli utenti come, per esempio, la raccolta differenziata o la detassazione dei rifiuti speciali, alla qualità del servizio di raccolta offerto". In sette capoluoghi è stato attribuito, Arezzo, Asti, Gorizia, Novara, Padova, Piacenza e Reggio Emilia, gli esperti hanno assegnato un "buono". Un altro elemento valutato sul Sole 24 Ore è la completezza della Carta del servizio, "documento di trasparenza per gli utenti che contiene informazioni come, per esempio, sulla modalità di raccolta (indifferenziata e differenziata), sui tempi massimi di risposta garantiti, su almeno una modalità di rimborso e così via". In questo caso Arezzo, Gorizia e Ancona sono gli unici tre "ottimo" assegnati. Attualmente l'azienda che si occupa della raccolta rifiuti è stata, come ampiamente noto, al centro dell'attenzione mediatica a causa di alcune vicende riguardanti prima Ato Toscana Sud e poi la stessa Sei.

Il gestore unico del servizio integrato dei rifiuti urbani nei 105 Comuni dell'Ato Toscana Sud, da un anno in amministrazione controllata con alla guida i tre commissari prefettizi Maurizio Galasso, Salvatore Santucci e Paolo Longoni, ha ricevuto dalla Prefettura di Siena la comunicazione del prolungamento della gestione temporanea e straordinaria sino al prossimo 31 luglio.

"Ciò consentirà - spiegano dal gestore unico - la definizione di un piano di interventi da attuare secondo precise scansioni temporali che, se confermate, potrebbero permettere un successivo alleggerimento del dispositivo in essere con l'affiancamento agli organi di gestione ordinaria della società di esperti incaricati del sostegno e monitoraggio dell'impresa ai sensi dell'articolo 32, comma 8, del decreto legge n.90/2014".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti. Arezzo tra le realtà migliori per attenzione alle aziende e carta dei servizi, i giudizi

ArezzoNotizie è in caricamento