Economia

Redditi, ecco dove i liberi professionisti guadagnano il triplo dei dipendenti. La mappa dell'Aretino

E' un piccolo esercito e ha entrate dichiarate che in molti casi rappresentano il doppio dei redditi dei lavoratori dipendenti. E' la truppa dei lavoratori autonomi, professionisti che in Italia rappresentano l'1,87 dei contribuenti e ad Arezzo...

avvocato

E' un piccolo esercito e ha entrate dichiarate che in molti casi rappresentano il doppio dei redditi dei lavoratori dipendenti. E' la truppa dei lavoratori autonomi, professionisti che in Italia rappresentano l'1,87 dei contribuenti e ad Arezzo superano il 2,40. I dati su numeri e redditi sono stati pubblicati da Sole 24 Ore e sono scaricabili dal sito del Ministero dell'Economia e delle Finanze.

In realtà le percentuali sono calcolate su un campione, ma i risultati che ne emergono possono già raccontare questo spaccato. Dove lavorano? Quanto guadagnano i professionisti dell'Aretino?

I lavoratori autonomi sono concentrati soprattutto ad Arezzo (2,42 per cento), ma anche in alcuni piccoli comuni la percentuale oscilla intorno al due per cento, ovvero sopra la media nazionale. Come a Ortignano Raggiolo (2,15) Loro Diuffenna (1,85) Chitignano (1,77).

Il guadagno medio spesso è doppio rispetto a quello dei lavorati dipendenti. Ad Arezzo ad esempio i dati parlano di 41mila 182 euro contro i 20mila 024. Poi ci sono i casi eccezionali, dove ci sono pochi liberi professionisti che fatturano tanto. Così nel piccolo comune di Monterchi, dove nel 2017 il numero degli autonomi rappresentava lo 0,95 per cento dei contribuenti, i redditi medi rilevati sono stati pari a 58mila 853 euro contro i 18842 euro che in media in fondo all'anno si portano a casa i dipendenti. E da record invece la performance di Sestino, dove l'1,06 per cento dei contribuenti è un libero professionista e i redditi medi registrati sono pari a ben 60mila 343 euro. Più del triplo di quanto guadagnano le persone assunte da un'azienda: nelle loro denunce infatti risultano redditi per 17608 euro.
POi ci sono quei comuni dove la forbice si restringe notevolmente, come a Talla dove in media un libero professionista ha denunciato circa 38mila euro e un dipendente 32 mila.

Rispetto al resto d'Italia, l'Aretino e la Toscana si collocano in una fascia che rientra nella media nazionale dove nel 2017 i dipendenti hanno dichiarato in media 20.680,46 euro, contro i 41.762,44 euro dei liberi professionisti. C'è comunque da ricordare, come sottolinea anche Sole 24 Ore che "per gli autonomi il fatto di non avere ferie e malattie pagate, né tantomeno un Tfr, viene compensato da un maggior guadagno. E in linea generale questo assunto viene rispettato".
NEL GRAFICO I DATI COMUNE PER COMUNE




In Evidenza

Potrebbe interessarti

Redditi, ecco dove i liberi professionisti guadagnano il triplo dei dipendenti. La mappa dell'Aretino

ArezzoNotizie è in caricamento