rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Economia

Carburanti, incubo prezzi: la benzina oltre 2 euro al servito ad Arezzo. Piccola frenata per il metano

Continua la galoppata dei rincari alle stazioni di rifornimento. Anche se il metano da trazione, che in provincia aveva visto un'ascesa clamorosa, fa registrare un piccolo arretramento

Il caro benzina va assumendo contorni sempre più preoccupanti. Lo si può notare confrontando i prezzi praticati nelle varie stazioni di servizio della provincia di Arezzo, dove, per quanto riguarda il servito, si arriva in certi casi a superarare i 2 euro il litro. Un fenomeno che investe tutto il Paese, che ha visto un'ulteriore ondata di rincari in occasione del Ponte di Ognissanti. Un'impennata che si aggiunnge a quelle già registrate nelle scorse settimane. Con una importante eccezione, quella del metano da tradizione. Quest'ultima tipologia di carburante aveva visto ad inizio ottobre una crescita monstre, con il raddoppio dei prezzi da un giorno all'altro.

La denuncia del Codacons

"Da nord a sud Italia si sono registrati nelle ultime ore ulteriori rincari dei listini alla pompa, con la benzina che oramai in modalità servito viaggia già oltre i 2 euro al litro - denuncia il presidente del Codacons Carlo Rienzi -. Aumenti che hanno aggravato la spesa degli italiani che si sono spostati in auto in occasione del Ponte dell'1 novembre e che portano un pieno di verde o di gasolio a costare oggi circa 20 euro in più rispetto allo stesso periodo del 2020. A causa del caro-benzina una famiglia media spende oggi circa 430 in più su base annua solo per i maggiori costi di rifornimento, conto purtroppo destinato a salire nelle prossime settimane a causa dell'escalation dei listini alla pompa - prosegue Rienzi - Gli effetti di tale situazione rischiano di essere devastanti per le tasche dei cittadini e avranno ripercussioni negative sul potere d'acquisto dei consumatori e sui consumi di Natale, con danni per imprese, industria ed economia nazionale. Il Governo, che resta a guardare e non interviene appare inadempiente, e non dimostra interesse a tagliare Iva e accise sui carburanti per non rinunciare agli enormi entroiti per le casse statali garantiti dalle tasse su benzina e gasolio".

Cosa succede in provincia di Arezzo

Nell'Aretino la situazione è variagata. Difficilissimo ormai trovare il diesel sotto 1,6 euro al litro self, mentre la benzina viaggia sempre più verso gli 1,8. Per quanto riguarda il servito, ci sono casi in cui ha già sfondato la barriera psicologica dei 2 euro e i carburanti speciali possono arrivare anche oltre i 2,2 euro al litro. Un piccola buona notizia, invece, arriva sul fronte metano, tornato ovunque entro i 2 euro al chilogrammo. Ad Arezzo città si oscilla tra gli 1,699 e gli 1,999. Fuori città ci sono stazioni che praticano prezzi ancor più bassi, come già raccontato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carburanti, incubo prezzi: la benzina oltre 2 euro al servito ad Arezzo. Piccola frenata per il metano

ArezzoNotizie è in caricamento