Economia

Prada Academy, proseguono i lavori. Bertelli e scommessa di formare giovani con grandi competenze artigianali

I lavori vanno avanti. L'ultima variante al piano di recupero dell'ex Pastificio di Montevarchi, quello dove sorgerà la Prada Academy, è stata approvata dal consiglio Comunale. Il prossimo passo è la realizzazione di una nuova modulazione delle...

prada-bertelli

I lavori vanno avanti. L'ultima variante al piano di recupero dell'ex Pastificio di Montevarchi, quello dove sorgerà la Prada Academy, è stata approvata dal consiglio Comunale. Il prossimo passo è la realizzazione di una nuova modulazione delle opere di urbanizzazione, di quei lavori cioè che la stessa società Prada realizzerà per il comune di Montevarchi.

Prende forma, piano piano, la Prada Technical Academy. Uno dei sogni di Patrizio Bertelli che troverà casa proprio nel Valdarno aretino. L'idea è quella di un'accademia in cui saranno formate figure professionali specifiche e di difficile reperimento in ambito pelletteria, calzature e abbigliamento. Figure che apprenderebbero il segreto del mestiere dai dipendenti andati in pensione e che già in seno all'azienda potrebbero trovare lavoro. Un modo per trasferire da una generazione all'altra conoscenze e competenze in alcuni casi antiche. Per realizzarla, dopo l'acquisto dell'insediamento di viale Diaz, serviranno delle opere di urbanizzazione e alcune saranno a carico dell'azienda stessa. Saranno realizzate sia nel primo tratto di viale Diaz (dove verrà realizzato un piazzale antistante la vecchia portineria, del marciapiede verso viale Amerigo Vespucci, e dell'area di sosta lungo Viale Diaz verso l'innesto con viale Marconi), sia in via Gorizia e piazza Garibaldi (rifacimento di marciapiedi e aree di sosta). Per vedere in funzione la struttura ci vorrà ancora del tempo. Nell'ex pastificio, secondo il disegno di Bertelli, giovani dai 16 ai 21 anni si potranno specializzare, raccogliendo i testimone da chi quei lavori di alta precisione e di grande manualità li ha svolti per una vita intera. E' uno dei tanti investimenti che il Gruppo Prada sta portando avanti in questi anni. Dai negozi monomarca che hanno aperto in tutto il mondo, alla trasformazione digitale, fino alla Prada Cup. In Toscana lo storico marchio è radicato e molto diffuso. Conta quasi 2mila 200 dipendenti e ha in programma di rafforzare tale presenza inserendo ulteriori 200 addetti circa, con profili di carattere tecnico - specialistico per la produzione di calzature e pelletteria, nell'ambito dei progetti di investimento nelle province di Arezzo e Firenze.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prada Academy, proseguono i lavori. Bertelli e scommessa di formare giovani con grandi competenze artigianali

ArezzoNotizie è in caricamento