Economia

Da via Pasqui alla Borsa, Piero Iacomoni suona la campana di Piazza Affari per Monnalisa: "Siamo la prima azienda quotata della moda bambino"

A suonare la tradizionale campana che dà il via alla quotazione in Borsa è stato Piero Iacomoni, fondatore di Monnalisa. Un sorriso smagliante oltre il solito ha accompagnato il lancio dell'azienda di alta moda per bambine e bambini di Arezzo su...

piero-iacomoni-2

A suonare la tradizionale campana che dà il via alla quotazione in Borsa è stato Piero Iacomoni, fondatore di Monnalisa. Un sorriso smagliante oltre il solito ha accompagnato il lancio dell'azienda di alta moda per bambine e bambini di Arezzo su Aim Italia, il mercato della Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese che vogliono investire nella loro crescita.

Monnalisa è la diciassettesima ammissione dell'anno sul mercato Aim Italia e la quattordicesima società Italiana Elite che si quota. In fase di collocamento sul mercato la società ha già raccolto 18,5 milioni di euro.

In prima fila ad assistere a questo momento storico tutta la famiglia, la moglie Barbara Bertocci che si occupa della direzione creativa insieme alla figlia Diletta, il figlio Dimitri e tutti i nipoti. Con loro gli altri membri del cda e l'amministratore delegato Cristian Simoni.

"E' un punto di partenza - ha dichiarato Piero Iacomoni - finora dovevamo comunicare con chi è interessato alla moda, ai prodotti di qualità, adesso abbiamo di fronte il mercato degli investitori europei che devono investire in un marchio, nel nostro nome. Una soddisfazione grande arrivare a questo punto, sapendo che c'è stata prima soltanto un'altra azienda che è riuscita ad entrare nel mercato borsistico con il suo stesso fondatore, proprio come è accaduto a me oggi." "La raccolta sul mercato, tramite il book iniziale è andata oltre ogni più rosea aspettativa, in platea al momento del mio discorso e del suono della campana erano presenti tanti investitori e non ho fatto in tempo a fare questo lancio che subito mi hanno portato a raccontare l'esperienza di Monnalisa in un corso che si stava tenendo su Elite."

Elite è il programma internazionale di Borsa Italiana nato nel 2012 in collaborazione con Confindustria per supportare le aziende nella realizzazione dei loro progetti di crescita ed accompagnarle quindi alla quotazione in Borsa, proprio il cammino che ha fatto Monnalisa. La società, entrata nel programma Elite ad aprile 2013, ha conseguito la certificazione Elite nel 2015 completando il percorso formativo e di coaching e cogliendo appieno le opportunità offerte da Elite e dal suo network.

"Poi ho fatto la prima intervista su Milano Finanza, è stata un'esperienza incredibile, ero euforico, pieno di entusiasmo."

E conoscendo Piero e la sua famiglia non stentiamo a credergli.

Monnalisa sarà inserita a tutti gli effetti da domani nel paniere dell'indice Ftse Aim Italia. Le operazioni di quotazione sono state seguite da CFO Sim in qualità di Nominated Adviser, Global Coordinator e Specialist della società.

La notizia, già annunciata su Arezzo Notizie nei giorni scorsi, è stata rilanciata nel pomeriggio di oggi dal portale della Borsa Italiana:

"Borsa Italiana dà il benvenuto su AIM Italia a Monnalisa, società Elite operante nel settore del childrenswear di fascia alta. Si tratta della diciassettesima ammissione sul mercato AIM Italia dall'inizio dell'anno. Monnalisa è un'azienda aretina, leader nel settore dell'abbigliamento per bambini, con una forte vocazione internazionale. In fase di collocamento la società ha raccolto 18,5 milioni di euro, il flottante al momento dell'ammissione è del 24,65% (25,69% in caso di integrale esercizio dell'opzione Greenshoe) con una capitalizzazione pari a circa 72 milioni di euro. La società ha fatturato nel 2017 47 milioni di euro."
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da via Pasqui alla Borsa, Piero Iacomoni suona la campana di Piazza Affari per Monnalisa: "Siamo la prima azienda quotata della moda bambino"

ArezzoNotizie è in caricamento