rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Economia San Leo / Via Lazzaro Spallanzani

Oro Arezzo: partito il conto alla rovescia per il ritorno in città della fiera

Dal 7 al 10 maggio Oroarezzo, la manifestazione di IEG – Italian Exhibition Group dedicata all’oreficeria Made in Italy e internazionale

Tutto pronto per l'edizione 2022 di Oro Arezzo. La grande fiera dedicata alle eccellenze dell'oreficeria locale e non, torna nuovamente a riempire i padiglioni dell'Arezzo Fiere e Congressi. Il maxi eventi, come noto, è organizzato da Ieg – Italian Exhibition Group, dal 7 al 10 maggio.

Da Unoaerre a Vicenza e Napoli: gli espositori

Giunta alla 41esima edizione, Oro Arezzo raccoglie le eccellenze produttive di tutti i distretti orafi italiani e internazionali specializzate nella lavorazione di metalli ed elementi preziosi che esprimono il meglio della qualità della manifattura orafa. Oltre 300 i brand espositori tra cui le realtà aretine Unoaerre, Giordini, Gold Art, Graziella Group, Richline e Lusso. Presenze importanti anche dal distretto di Vicenza con Chrysos, Rancangelo, Alessi Domenico, Superoro, Ronco e Sharma Group World, da quello napoletano con Roberto Giannotti e dalla capitale meneghina con Milor.

“The Art of Manufacturing”

Un format consolidato quello di Oro Arezzo all’interno della Jewellery Agenda di Ieg, sintetizzato dal payoff “The Art of Manufacturing”. Il percorso espositivo si sviluppa attraverso quattro padiglioni dedicati all’oreficeria, gioielleria, argenteria, semilavorati e pietre. La manifattura orafa rappresenta quasi il 70% dell’offerta, di cui il 15% è internazionale, il tech con i sistemi di lavorazione più tecnologici il 18%, mentre il Cash&Carry, opportunità per le aziende di vendere sul pronto, oltre il 12%.

Europa, nord e sud America: incoming dai mercati di riferimento

Con una visione “buyer oriented”, l’offerta è composta da aziende che esprimono qualità, ricerca e innovazione su un segmento rilevante della filiera orafa, dalle tecnologie all’oreficeria. L’appuntamento, nel cuore del distretto orafo aretino che ha registrato una crescita rispetto al livello pre-crisi pari al +23,5% sul 2019 (monitor Distretti della Toscana 2022 elaborato dalla Direzione Studi e Ricerche Intesa Sanpaolo), si rivolge ai principali paesi di sbocco dell’oreficeria Made in Italy: Nord America, Middle East, Sud America, oltre ai retailer italiani.

La jewellery golden cloud

Già attiva la Jewellery Golden Cloud, piattaforma digitale predisposta da Italian Exhibition Group e potenziata da un sistema di intelligenza artificiale che agevola il matching mirato nei giorni di fiera grazie alla profilazione dettagliata degli utenti connessi. Espositori e buyer hanno avviato le interazioni online per definire e ottimizzare la propria agenda di business meeting durante la manifestazione.

Eventi di formazione in fiera e in città

Oro Arezzo sarà anche un’opportunità di formazione tecnica e aggiornamento per il settore a supporto dello sviluppo dei processi produttivi, grazie a contenuti che insistono su due anelli della filiera orafa: tecnologia e oreficeria. Importante inoltre per il networking professionale il coinvolgimento della città di Arezzo che accoglierà operatori e buyer con una serie di eventi culturali e iniziative fuori fiera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oro Arezzo: partito il conto alla rovescia per il ritorno in città della fiera

ArezzoNotizie è in caricamento