Mercoledì, 23 Giugno 2021
Economia

Nasce "Respira", il primo ventilatore polmonare portatile da usare a casa. Grazie alla Seco di Arezzo

Ha un touch screen facile da usare e intuitivo. Il progetto è tutto italiano nato dalla partnership tra due eccellenze come Seco e Ibd Pmi

Nasce 'Respira', il primo ventilatore polmonare compatto non invasivo adatto anche per uso domiciliare e con touch screen facile da usare e intuitivo, tutto italiano - spiega Adnkronos - grazie alla partnership tra due eccellenze italiane: Seco, impresa aretina leader high tech che da 40 anni progetta e produce micro computer, partecipata dal fondo FII Growth tech, e Ibd Pmi, innovativa biomedicale Ibd.

Il progetto

Per far fronte all'attuale emergenza sanitaria collegata alla pandemia da Covid-19, Seco di Arezzo, che opera nel settore dell'alta tecnologia per la miniaturizzazione dei computer, ha ideato, con le competenze e le conoscenze di Ibd di Mantova nel settore medicale, 'Respira', ventilatore polmonare innovativo ad alto flusso, dalla forma compatta e portatile, per un uso sia ospedaliero che domiciliare per tutti i pazienti con polmonite da coronavirus. I nuovi respiratori verranno dotati di un display completamente touch screen per un utilizzo semplice ed intuitivo e saranno disponibile entro un mese. "È per me motivo di grande orgoglio che due eccellenze italiane come Seco e Ibd abbiano messo a fattore comune le loro competenze tecnologiche per dare un supporto tangibile, in questa difficile situazione, al sistema sanitario e ai pazienti, attraverso una soluzione per la ventilazione polmonare innovativa, non invasiva e, soprattutto, portatile", dichiara Massimo Mauri, amministratore delegato di Seco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce "Respira", il primo ventilatore polmonare portatile da usare a casa. Grazie alla Seco di Arezzo

ArezzoNotizie è in caricamento