Mps e Banca Etruria, Confesercenti: "Manteniamo parità di trattamento"

Confesercenti interviene ancora una volta sulle vicende legate ai risparmi degli obbligazionisti di Banca Etruria alla luce del decreto con il quale si preannuncia una disparità di trattamento rispetto ai risparmiatori del Monte dei Paschi di...

mario-checcaglini

Confesercenti interviene ancora una volta sulle vicende legate ai risparmi degli obbligazionisti di Banca Etruria alla luce del decreto con il quale si preannuncia una disparità di trattamento rispetto ai risparmiatori del Monte dei Paschi di Siena.

“Una questione – sottolinea Mario Checccaglini direttore di Confesercenti – che ci sta a cuore e per la quale in più occasione abbiamo fatto sentire la nostra voce. Abbiamo fin dall’inizio espresso le perplessità sulla vicenda, adesso crediamo che la disparità di trattamento non sia tollerabile. La vicenda del Monte dei Paschi seppur con diverse sfaccettature è analoga a quella che ha travolto i risparmiatori di Banca Etruria lo scorso anno. Oggi a distanza di dodici mesi vediamo però un intervento con il quale si preannuncia un ‘ristoro’ per gli obbligazionisti di Mps”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Crediamo – puntualizza Checcaglini – che sia fondamentale mantenere il principio di equità. Ci vuole lo stesso trattamento tra i risparmiatori. Uno Stato non può fare differenze. I cittadini hanno il diritto di essere trattati alla stessa maniera, altrimenti per la comunità rimangono incomprensibili certe scelte che contribuiscono a far allontanare i cittadini dal senso di appartenenza allo Stato. Fanno bene quindi i parlamentari a chiedere emendamenti correttivi, mirati a riportare le questioni sullo stesso piano. Apprezziamo l’intervento del Sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli, del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, del Vescovo di Arezzo Monsignor Riccardo Fontana, e di chi in queste ore sta sollecitando il governo a modificare un decreto in modo da ristabilire l’equità e restituire i risparmi alle famiglie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

  • Comunali 2020: liste, candidati, sezioni e voti: tutte le preferenze espresse

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento