Mosca olearia, il nuovo bollettino

“Il monitoraggio rappresenta uno strumento sia per le aziende che per gli hobbisti che in questo modo sapranno effettuare gli interventi appropriati preservando un eccellente prodotto del nostro territorio come l’olio di oliva"

Foto d'archivio

Continua l’attività della Coldiretti nel monitoraggio sulla diffusione della mosca nell’olivo.

“Le catture, nei rilievi effettuati” – si legge nella nota della Coldiretti “stanno diminuendo di numero quasi ovunque rispetto alla settimana passata, là dove la settimana scorsa c’erano state più catture (Cozzano alto, Noceta Senaia, Santa Margherita, Col di bidone, Pieve di Chio e Taragnano Santa Cristina), sono estati effettuati anche campioni di olive dal controllo dei quali non sono risultati attacchi di nessun genere alle olive.

Questo, probabilmente, per i motivi già annunciati nei precedenti bollettini, ovvero la fase fenologica (il nocciolo dell’oliva si sta cominciando ad indurire solo adesso), e le alte temperature che inibiscono, non solo gli accoppiamenti, ma anche le uova eventualmente deposte.  Per il momento non sono quindi necessari interventi! Solo se si vuole e per ulteriore precauzione, si può effettuare un intervento con sostanze repellenti come il rame o altro (vedi tabella seguente).  Nelle zone dove le catture anche al prossimo controllo dovessero risultare più alte si dovrà programmare ulteriori campionamenti delle olive.  Per effettuare i campioni le aziende che volessero, possono prelevarle anche personalmente dal proprio oliveto (circa 100 olive prese a caso da diversi alberi e in diversi punti della chioma ma più o meno tutte ad altezza di dove arrivano le mani dell’operatore) e poi, o controllarle da soli, oppure richiedere al tecnico di effettuare il controllo visivo su di esse”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il monitoraggio rappresenta uno strumento sia per le aziende che per gli hobbisti che in questo modo sapranno effettuare gli interventi appropriati preservando un eccellente prodotto del nostro territorio come l’olio di oliva. I bollettini hanno cadenza settimanale e vengono diffusi sia nei dispositivi social che sul sito del comune www.comune.castiglionfiorentino.ar.it” sottolinea Francesca Sebastiani, assessore all’Agricoltura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Coronavirus, sei nuovi casi nell'Aretino. Contagiati 19enni di ritorno da una vacanza all'estero

  • I 15 borghi fantasma della Toscana che dovreste visitare

  • Muore in moto a 51 anni: dramma alle porte della provincia di Arezzo. Era in viaggio col figlio

  • Pioggia di bonus in arrivo: sconti sulle cene al ristorante, scarpe, vestiti e arredi

  • Miss Toscana a 17 anni, il teatro Petrarca, gli affetti. Anna Safroncik: "Vi racconto la mia Arezzo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento