rotate-mobile
Economia Pratacci / Via del Gavardello

Minibond da 3 milioni di euro. Così l’azienda aretina Faor guarda al futuro

Il bond, a tasso fisso e di tipo senior unsecured, ha un importo di 3 milioni di euro e una durata di 5 anni (scadenza 31 dicembre 2026) e un piano di rimborso su base trimestrale

Un minibond da 3 milioni di euro con il quale l’attività di ricerca, sviluppo e crescita aziendale potrà essere sostenuta da tutti coloro che crederanno nel progetto industriale. È la F.A.Or spa, azienda aretina attiva nella produzione e commercializzazione di articoli semilavorati in metalli preziosi, ad annunciare di aver concluso lo scorso 28 dicembre un’emissione di minibond sottoscritta da Hedge Invest Sgr spa attraverso il fondo di private debt Hi CrescItalia Pmi Fund.

F.A.Or, fondata nel 1978 ad Arezzo, fa capo alle famiglie Gadani e Camaiani e nel corso di oltre 40 anni di attività si è affermata come importante player mondiale nella produzione di prodotti finiti e componenti per l’oreficeria. Dopo aver conseguito nel 2000 la certificazione Uni en iso 9002, Faor ha consolidato il grado di internazionalizzazione, con un export che supera il 90% del proprio fatturato.

“I proventi del prestito obbligazionario - fanno sapere dall’azienda orafa - saranno destinati a sostenere la strategia di crescita che si basa principalmente sulla realizzazione di ulteriori investimenti in tecnologia e sviluppo e sulla maggiore penetrazione in svariati mercati esteri strategici”.

Il bond, a tasso fisso e di tipo senior unsecured, ha un importo di 3 milioni di euro e una durata di 5 anni (scadenza 31 dicembre 2026) e un piano di rimborso su base trimestrale. Banca Finint ha agito in qualità di arranger e banca agente dell’operazione, mentre David Bortolami di Edge Sa - Corporate Finance (Lugano) ha assistito la F.A.Or come advisor finanziario.

“Ringraziamo quanti hanno espresso fiducia in noi - ha specificato Claudio Gadani amministratore delegato Fa. Or - Si tratta di un’operazione strategica tesa a favorire ed ampliare lo sviluppo delle nostre tecnologie e, con esse, i nostri mercati di riferimento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minibond da 3 milioni di euro. Così l’azienda aretina Faor guarda al futuro

ArezzoNotizie è in caricamento