Master del gioiello, le migliori studentesse premiate con le borse di studio

Sono cinque le studentesse del master del gioiello premiate questa mattina con una borsa di studio nella sala conferenze della Camera di Commercio di Arezzo. Un momento emozionante per le allieve che sono riuscite a distinguersi e ad ottenere il...

 

Sono cinque le studentesse del master del gioiello premiate questa mattina con una borsa di studio nella sala conferenze della Camera di Commercio di Arezzo. Un momento emozionante per le allieve che sono riuscite a distinguersi e ad ottenere il premio, che servirà loro per comperare materiale didattico.

Il master universitario sulla Storia e il design del gioiello coordinato dal professor Paolo Torriti è organizzato dall'Università di Siena - Dipartimento universitario di Arezzo in collaborazione con la Consulta dei produttori orafi aretini, Confindustria Toscana Sud e Camera di Commercio di Arezzo. E' alla sua quarta edizione: fatto che testimonia la riuscita della collaborazione tra mondo accademico e tessuto economico aretino.

La cerimonia di consegna delle borse di studio si è svolta alla presenza del presidente dell'ente camerale Andrea Sereni e del segretario generale Giuseppe Salvini, della componente del consiglio direttivo di Confartigianato Laura Berneschi, dal membro della giunta di delegazione di Confindustria Giovanni Raspini, dalla direttrice del dipartimento di Scienze umane della formazione e di Lingue per l'impresa dell'Università degli Studi di Siena Loretta Fabbri e da Paolo Torriti, Coordinatore del Master.

master-goiello8

I premiati

Questa mattina sono state premiate cinque studentesse: Alice Comunelli di Civitella in Valdichiana che ha ricevuto la borsa di studio erogata da Confindustria Toscana Sud; Cecilia Ricci di Sansepolcro, Costanza Piccini di Firenze e Chiara Cugusi di Sarteano (Siena) che hanno ricevuto le borse di studio erogate dalla Camera di Commercio di Arezzo; Silvia Luciani di Montepulciano (Siena) che ha ricevuto la borsa di studio erogata da Confartigianato Arezzo intitolata alla memoria di Willy Pagani, orafo cortonese scomparso alcuni anni fa e consegnata dalla moglie Patrizia. Ci sono poi altre tre borse di studio, non assegnate questa mattina: sono quelle di Sekula Malgorzata, ragazza polacca ora residente ad Arezzo, Marta Rampi di Bettolle e Giulia Martinelli di Rosignano (Livorno), erogate dall'Università degli Studi di Siena.

Il master

Il master universitario sulla storia e il design del gioiello - spiega la nota della Camera di Commercio - è nato per rispondere, in modo innovativo e adeguato alle richieste di crescita e di capacità professionali del comparto orafo tenendo conto sia delle esigenze del mercato del lavoro che delle peculiarità dei distretti industriali orafi, con particolare attenzione a quello aretino. Obiettivo del master è quindi quello formare figure professionali sufficientemente versatili, qualificate e preparate nei diversi settori di sviluppo di un'azienda (la progettazione, la produzione, il marketing) e pertanto adattabili alle diverse esigenze delle imprese orafe. La formazione offerta garantisce infatti l'apprendimento degli strumenti e del metodo per saper comprendere, operare e gestire l’intero ciclo produttivo. I percorsi formativi proposti variano infatti dalla storia degli ornamenti preziosi alle tecniche orafe, dal design del gioiello al jewelery marketing e management, fino alla comunicazione e promozione. I partecipanti sono quindi messi in grado di acquisire capacità sia progettuali sia manageriali per poter collaborare con società di progettazione e design, aziende orafe, ed enti fieristici.

@MattiaCialini

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento