Venerdì, 25 Giugno 2021
Economia

Mascherine per la fase 2: nuove distribuzioni gratis. Chi vuole comprarne altre? Rincari del 1.000%

La Toscana le sta autoproducendo, cercando di soddisfare il fabbisogno di tutti. Di seguito una panoramica delle disponibilità dei dispositivi per chi ne volesse acquistare altri. I prezzi? 10 volte superiori rispetto all'inizio dell'emergenza

Inizia da domani, lunedì 27 aprile, la nuova distribuzione delle mascherine nelle sole farmacie o, in alternativa o a integrazione, attraverso operatori e volontari dei Comuni, casa per casa. Lo aveva annunciato due giorni fa il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, dopo che i presidi erano stati inizialmente distribuiti gratis, oltre che attraverso le farmacie, anche nei punti vendita della Grande distribuzione organizzata (supermarket).

Per la Toscana si tratta di una grande operazione di distribuzione gratuita, che cercherà di permettere a tutti di avere a disposizione questi dispositivi (ne vengono dati 5 alla volta, per un massimo di 30 al mese, presentando il proprio tesserino sanitario), esaurendo il fabbrisogno di tutti (ogni giorno vengono realizzate 2 milioni di mascherine a questo scopo), almeno in questa delicatissima fase di parziale riapertura. Tuttavia, già prima di questa iniziativa e certamente dopo, ci sarà chi comprerà ulteriori quantitativi di mascherine.

Uno studio nazionale di Altroconumo, pubblicato qualche giorno fa, illustra una dettagliata panoramica su disponibilità e costi dei dispositivi, d'altronde - spiega l'associazione - "le mascherine accompagneranno ancora per lungo tempo la nostra quotidianità".

Pochi problemi per la reperibilità, sia in farmacia che online. Al 21 aprile scorso la disposibilità nel campione di punti vendita toscani presi in esame era dell'87%. Numerose le possibilità nelle proposte online ma con una certa variabilità per quanto riguarda i tempi di attesa prima della consegna. I presidi più facili da reperire sono quelle chirurgici, che sono anche i più economici.

Una panoramiche dei costi delle mascherine

"In farmacia - spiega Altroconumo - il costo medio di una mascherina chirurgica è ancora di poco meno di due euro. Online, sulle piattaforme di ecommerce come Amazon o Aliexpress il costo medio è di 56 centesimi. Calcolando che si tratta di prodotti monouso e che, in un ipotetico ritorno alla “normalità”, la mascherina deve essere cambiata ogni giorno (otto ore di utilizzo), l’esborso non è indifferente. Per una famiglia di quattro persone, si tratta di una spesa extra di oltre di 200 euro al mese". Come detto, almeno in questa prima fase, i cittadini toscani sono al riparo da salassi legati all'acquisto di mascherine. Ma chi volesse comprarne di ulteriori? Oppure convergere su altri prodotti?

Prezzi in farmacia

"I prezzi - dice Altroconsumo - sono ancora ballerini e piuttosto elevati, soprattutto se paragonati alla stagione che ha preceduto l’emergenza. Il prezzo più basso che abbiamo trovato per una mascherina chirurgica monouso è di 65 centesimi, quello più alto sfiorava i 6 euro. La maggior parte dei prodotti, tuttavia, stava nella forbice tra 1 e 2 euro. Il prezzo medio di una mascherina chirurgica è  di 1,85 euro, dieci volte il costo pre emergenza (che era di circa 20 centesimi l’una). Rispetto alla rilevazione precedente i prezzi calano leggermente (-10%). I respiratori Ffp2 senza valvola costano tra i 5 e i 15 euro (prezzo medio 8.86 euro). Si tratta di un prezzo molto alto: prima dell’emergenza queste maschere erano vendute a circa 2 euro al pezzo. Rispetto ai primi di aprile i prezzi di queste mascherine sono calati leggermente (-8%). Una novità per le nostre farmacie e parafarmacie sono le mascherine in tessuto (lavabili e riutilizzabili), presenti in un terzo dei punti vendita. I prezzi di questo tipo di prodotto variano dai 2 ai 22 euro".

Prezzi online

"Le mascherine - continua lo studio - sono acquistabili sia su siti specializzati, sia sulle grandi piattaforme di ecommerce. Per quanto riguarda i primi, che in pratica sono la versione virtuale di alcune farmacie presenti sul territorio, su 58 siti 32 (55%) hanno mascherine a disposizione mentre in 10 casi compaiono nel sito ma al momento non sono disponibili. Le mascherine chirurgiche sono quelle più diffuse: la variabilità di prezzo è molto alta si va da un minimo di 1,10 euro al pezzo a un massimo di 3,90 euro. Anche in questo caso il prezzo medio si aggira sui 2 euro, come nei negozi fisici, più la spedizione che ammonta a circa 5 euro per acquisti che non superano i 50-60 euro. I tempi di consegna previsti di 24-72 ore, sono ora più lunghi: molti siti dichiarano almeno 10 giorni lavorativi, così come alcune zone al momento sembrano essere scoperte per la consegna. Per quanto riguarda le piattaforme di ecommerce l’offerta di mascherine non manca e anche qui i prezzi variano moltissimo, spesso anche da un giorno all’altro. Per una mascherina chirurgica si va da 25 centesimi fino a vette di 2 euro. Anche per le mascherine FFP2 senza valvola la forbice è ampia: da 1,60 euro  fino a un massimo di 9 euro su Ebay. Per quelle con la valvola, su Amazon si può spendere da un minimo di 2,16 euro al pezzo a un massimo di 16,70 euro. Una differenza del 673%. I tempi di spedizione restano lunghi e incerti, fatta eccezione per alcuni casi specifici (quando il prodotto è davvero molto più caro...)".

Tabella di Altroconsumo.it

prezzi-mascherine-online-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mascherine per la fase 2: nuove distribuzioni gratis. Chi vuole comprarne altre? Rincari del 1.000%

ArezzoNotizie è in caricamento