Sabato, 18 Settembre 2021
Economia

Lavoro, torna a crescere l'occupazione. Arezzo brilla in Toscana con un aumento del 5 per cento nel 2016

Le aziende aretine tornano ad assumere. E' quanto emerge dal Focus Economia Toscana dell'Ires presentato nelle scorse settimane a Firenze. E la percentuale fa ben sperare: nel 2016, infatti, si è registrato un aumento nell'Aretino del 5,5 per...

disoccupato3

Le aziende aretine tornano ad assumere. E' quanto emerge dal Focus Economia Toscana dell'Ires presentato nelle scorse settimane a Firenze. E la percentuale fa ben sperare: nel 2016, infatti, si è registrato un aumento nell'Aretino del 5,5 per cento. Un numero importante, che paragonato alla media regionale in crescita nell'ultimo trimestre del 2016 un +0,8 per cento, spicca.

COSì IN TOSCANA

Già nell'ultimo trimestre del 2016 in Toscana l'andamento del mercato del lavoro ha segnato un'inversione di tendenza, passando da -0,2 a +0,8 per cento. Il rallentamento verificatosi nel terzo trimestre, però, ha frenato quella che poi è stata la media annuale, ferma allo 0,6per cento, per cento contro il +1,5% registrato nel 2015. In termini assoluti si parla comunque di "un aumento - recita il report - di circa 8mila e 600 occupati e uno stock complessivo di poco meno di un milione e 600mila occupati, corrispondenti a 5decimi di punto in più nei confronti della media del 2008".

C'è poi l'altro volto della medaglia, quello rappresentato dai disoccupati ed in particolare, dalle donne che non riescono a far breccia nel mondo del lavoro: "in media d'anno i disoccupati, aumentano di circa 6mila e 600 unità (+4,2%): tale crescita è interamente spiegata dalla componente femminile (+12%) rispetto ad una diminuzione di persone in cerca di un lavoro nell'ambito del genere maschile (-3,1%); il tasso di disoccupazione sale di circa 3 decimi di punto attestandosi al 9,5%".

I DATI DELLE PROVINCE

Come detto, nel 2016 Arezzo ha registrato un risultato positivo: +5,5 per cento. La migliore performance a livello regionale. Si è invece assistito ad un ridimensionamento dell'occupazione per Massa Carrara (-5,2%), Pistoia (-1,6%) e Livorno (-0,9%).

Insieme ad Arezzo, bene anche Lucca (+3,7%) e Pisa (+2,3%); "tendente al ristagno l'andamento dell'occupazione rilevato a Firenze (+0,1%) Grosseto (0%) e Prato (+0,4%)".

"I disoccupati - si legge nel report - nell'ultimo anno si sono ridotti maggiormente a Pisa (-13,8%), a Prato (-12,8%) e a Grosseto (-9,8%); mentre aumentano maggiormente a Massa Carrara (+33,7%) e a Pistoia (+56,1%). A Massa Carrara il tasso di disoccupazione rimane il

più della regione andando anche ad aumentare (da 12,4% a 16%), così come rimane alto anche a Lucca pur perdendo 1,6punti (da

11,4% a 9,8%); i livelli più bassi dell'indicatore si registrano a Firenze (8%), Grosseto (7,1%) e Pisa (7,3%)".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, torna a crescere l'occupazione. Arezzo brilla in Toscana con un aumento del 5 per cento nel 2016

ArezzoNotizie è in caricamento