Mercoledì, 23 Giugno 2021
Economia

Lavoro: più posti per donne e giovani, meno richiesta di immigrati. Il dramma dell'edilizia

Quali sono le aziende che non assumono? E perché? Quali sono le opportunità per le donne di entrare nel mondo del lavoro? E per i giovani e per le persone di origine straniera? Quali sono gli studi con i quali si trova più facilmente lavoro e...

AR STADIOLAVORI

Quali sono le aziende che non assumono? E perché? Quali sono le opportunità per le donne di entrare nel mondo del lavoro? E per i giovani e per le persone di origine straniera? Quali sono gli studi con i quali si trova più facilmente lavoro e quali sono le professionalità che mancano? A tutte queste domande cerca di dare una risposta più precisa possibile il Rapporto Excelsior redatto ormai da 19 anni dal sistema di Unioncamere insieme al Ministero del Lavoro e che analizza i dati a livello nazionale, regionale e locale.

Ebbene ad Arezzo in nessuna specializzazione dell'industria ci sono incrementi occupazionali. Però si può dire che i settori più stabili sono le industrie metalmeccaniche ed elettroniche che registrano una oscillazione del - 0,4%, seguite dal tessile e abbigliamento con - 0,8%. Il malato grave invece è il comparto delle costruzioni che registra una perdita di occupazione del 7,9%. Fra i servizi sono in crescita i servizi operativi + 1,1% ed i servizi avanzati alle imprese + 0,6%. Tutti gli altri hanno segno negativo, in particolare da segnalare il doloroso -2,2,% del turismo e ristorazione ed il -1% del commercio.

excelsior-occupazione-dipendente2

Nel totale delle aziende, il Rapporto evidenzia che solo il 15,3 % di aziende assume, il restante 84,7% non fa ricorso ad assunzioni. Tra queste l'82,7% non assume perché non hanno necessità di personale, mentre il 2% non assume anche se ne avrebbe bisogno. Poi c'è tutto il capitolo della difficoltà di trovare alcuni profili professionali: questo si verifica soprattutto nel settore del tessile e abbigliamento dove ci sono molti casi di mancanza di candidati per alcuni ruoli ed anche molte volte in cui i candidati hanno curriculum inadeguati.

Quali sono le aziende con la maggiore propensione all'assunzione? Di sicuro quelle che hanno una vocazione all'export e che hanno fatto investimenti in innovazione.

excelsior-problemi-reperimento

GIOVANI, DONNE, IMMIGRATI

Nel complesso mondo del lavoro, la fotografia proiettata sul 2015 rivela che sono aumentate le opportunità di trovare lavoro per i giovani under 30 che hanno raggiunto la soglia del 58% delle assunzioni totali, che è positivo anche il numero che riguarda l'ingresso al lavoro delle donne con il 42% rispetto al 33% del 2014, mentre sono in calo le domande di lavoro da personale straniero che passano dal 15% all'11%. Una tendenza che molto probabilmente dipende sia dalla crisi di alcuni settori come l'edilizia, sia all'aumento di disponibilità di personale di nazionalità italiana.

excelsior-lavoro-immigrati

LE PROFESSIONI PIU' RICHIESTE

Con 1430 assunzioni, pari al 43% del totale, sono le figure intermedie quelle più richieste dal mercato del lavoro aretino. Tra queste ci sono 290 impiegati e 114 figure tipiche del commercio e dei servizi. Rispetto al 2014 queste richieste sono aumentate del 10%. Seguono le figure di livello più basso con 1300 assunzioni pari al 40% e che comprendono 870 operai e 430 figure generiche non qualificate. Solo il 17% delle assunzioni si concentra nel 2015 sulle figure di alto livello con 560 unità tra cui dirigenti, specialisti e tecnici. Rispetto al 2014 però la richiesta di high skill è aumentata di 2 punti segno che c'è una ripresa della propensione delle aziende di inserire nell'organigramma figure specialistiche e tecniche.

excelsior-professioni-richieste

ISTRUZIONE

Le aziende che assumono in provincia di Arezzo cercano per lo più diplomati della scuola secondaria superiore per i quali ci sono a disposizione nel 2015 1470 posti di lavoro. 1010 sono i posti dove invece non è richiesta nessuna specifica formazione professionale o scolastica particolari, 510 posti di lavoro sono per coloro che hanno una qualifica professionale e infine 300 assunzioni sono per laureati. In sostanza diplomati e laureati si spartiscono il 54% delle quote di assunzioni del 2015, una media superiore a quella regionale e nazionale.

Per i laureati gli indirizzi più richiesti sono quello economico e quello di ingegneria elettronica e delle informazioni. Ai diplomati viene richiesto per lo più l'indirizzo di studio amministrativo, quello turistico alberghiero, oppure del tessile abbigliamento e moda. Chi cerca addetti con la qualifica professionale ne ha bisogno con competenze turistico alberghiero oppure del settore tessile e moda.

Le competenze trasversali maggiormente richieste sono quelle relative alla capacità comunicativa, a lavorare in gruppo e la flessibilità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro: più posti per donne e giovani, meno richiesta di immigrati. Il dramma dell'edilizia

ArezzoNotizie è in caricamento