menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
disoccupato3

disoccupato3

Lavoro, contratti in crescita del 2 per cento: effetto sgravi contributivi. Ma a giugno brusco calo

Forse sarà stato l'impatto tanto atteso del Job Act. O forse a colpire nel segno sono stati gli sgravi previsti dalla legge di stabilità per chi assume a tempo indeterminato. Di fatto, nei primi sei mesi dell'anno anche ad Arezzo il mercato del...

Forse sarà stato l'impatto tanto atteso del Job Act. O forse a colpire nel segno sono stati gli sgravi previsti dalla legge di stabilità per chi assume a tempo indeterminato. Di fatto, nei primi sei mesi dell'anno anche ad Arezzo il mercato del lavoro ha subito uno scossone. Ma i dati vanno presi con le molle, perché non è tutto oro quello che luccica. Di fronte ad un aumento di livello nazionale dei contratti a tempo indeterminato (+36 per cento, ovvero oltre 252mila posti in più) la realtà provinciale, pur confermando una buona partenza del 2015, presenta performance più contenute.

Lo mostra con estrema chiarezza il rapporto Irpet, che mette in evidenza come nel primo trimestre nell'Aretino ci siano stati 16394 avviamenti, ovvero il 7,9 per cento in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Nei mesi successivi però il fenomeno è andato scemando: "Possiamo parlare - spiega Paolo Grasso, dirigente del Centro per l'Impiego - di un andamento altalenante. Cioè dopo i primi mesi di forte crescita c'è stato un arresto e poi un notevole calo degli avviamenti nel mese di giugno". I numeri parlano da soli: dai 7mila 553 contratti di gennaio, siamo passati a 3345 di giugno, con un calo del 17 percento rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.

Avviamenti per mese - 1° semestre 2014- 2015 (valori assoluti e variazioni percentuali)

Mese avviamento

2014

%

2015

%

Var.%

gennaio

6.962

25,2

7.553

26,8

8,5%

febbraio

3.664

13,3

3.980

14,1

8,6%

marzo

4.222

15,3

4.424

15,7

4,8%

aprile

4.324

15,7

4.450

15,8

2,9%

maggio

4.404

15,9

4.467

15,8

1,4%

giugno

4.052

14,7

3.345

11,9

-17,4%

Totale

27.628

100,0

28.219

100,0

2,1%

Media mese

4.605

4.703

"Concordo con Poletti - afferma Grasso - quando dice che il fenomeno della ripresa sul fonte del mercato del lavoro ha bisogno di più tempo per trovare una stabilità. Dal momento della fine di una crisi, sono necessari fino a due anni per vedere effetti concreti sul lavoro. Detto questo, in media Arezzo in questi sei mesi ha avuto comunque un andamento positivi degli avviamenti, che nella media semestrale si sono attestati sul 2, 1 per cento. Riflessi del Job Act? Difficile dirlo. Certo molte aziende hanno colto l'occasione degli sgravi contributivi in vigore dallo scorso gennaio". Quello che si può dire, invece, è che il movimento rilevato in questi mesi mostra come il mercato del lavoro stia tornando a pulsare. cerco-lavoro1 Ma chi ha firmato questi nuovi contratti di lavoro? L'aumento, secondo il Centro per l'Impiego "ha coinvolto il genere maschile e non quello femminile, che ha registrato una diminuzione dello 0,7%". Mentre per gli uomini è aumentato del 5,3 per cento. Per quanto riguarda le fasce d'età, nel 25,4 per cento dei casi la fascia interessata è stata quella dei 26-34enne, nel 27,1 per cento quella tra i 35 e i 44 anni, nel 19 per cento dei casi gli aretini tra i 45 e i 55 e il 10 per cento ha interessato gli ultra 55enni. Restano dunque le donne aretine e gli over 45 i soggetti più in difficoltà. E solo nei prossimi mesi sarà possibile capire se lo scossone del mercato del lavoro potrà coinvolgerli, suggellando così l'uscita dalla crisi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Anthony Hopkins a Cortona dopo l'Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento