Economia

L’alta formazione incontra l’innovazione tecnologica per favorire occupazione e nuove imprese

Unire innovazione tecnologica e alta formazione per favorire l'occupazione e la nascita di nuove imprese nel settore energetico sui territorio di Arezzo e Siena. E' questo l'obiettivo primario del progetto Mech-Energy, programma di azioni...

mech-energy-confindustria

Unire innovazione tecnologica e alta formazione per favorire l'occupazione e la nascita di nuove imprese nel settore energetico sui territorio di Arezzo e Siena. E' questo l'obiettivo primario del progetto Mech-Energy, programma di azioni integrate nel settore dell'efficientamento energetico di processo e di prodotto che unità corsi di qualifica per l'inserimento lavorativo, azioni a sostegno di start up di impresa e percorsi formativi per favorire la ricerca, lo sviluppo e l'innovazione tecnologica nelle imprese.

Il progetto fa parte dei percorsi formativi strategici relativi alla filiera Meccanica ed Energia finanziati dalla Regione Toscana nell'ambito dei fondi POR Obiettivo "Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione" FSE2014-2020 ed è stato presentato nella sede della delegazione di Arezzo di Confindustria Toscana del Sud alla presenza di tutti i soggetti coinvolti. Mech-Energy sarà realizzato, infatti grazie ad un'ATS Associazione temporanea di scopo, che riunisce la fondazione ITS "Energia e Ambiente" della Toscana, nel ruolo di capofila, Assoservizi srl, Eurobic Toscana Sud Srl, Consorzio Arezzo Formazione Abaco, Co.SVI.G srl - Consorzio per lo Svilippo delle Aree Geotermiche, Consorzio Energia Toscana del Sud e Istituto d'istruzione superiore "A.Roncalli" di Poggibonsi.

Le azioni integrate previste ad Arezzo dal progetto Mech-Energy comprendono due corso di qualifica per l'inserimento lavorativo, che formeranno tecnici della progettazione ed elaborazione di sistemi di risparmio energetico in azienda e addetti alla preparazione, installazione, manutenzione e controllo degli impianti elettrici nella Smart Factory; due azioni volte a favorire start up di impresa con percorsi di orientamento, formazione e consulenza e dieci percorsi formativi rivolti al personale delle imprese nell'area Ricerca e Sviluppo e innovazione tecnologica delle imprese.

Il corso per tecnico della progettazione ed elaborazione di sistemi di risparmio energetico in azienda accoglierà 15 giovani inattivi, disoccupati o inoccupati e proporrà 600 ore di formazione, con lezioni in aula e 210 ore di stage in aziende del settore, L'obiettivo formativo sarà quello di sviluppare una figura professionale specializzata, con competenze adeguate a rispondere alle esigenze di risparmio energetico e sostenibilità ambientale attraverso la progettazione e l'implementazione di soluzioni innovative ed integrate di tipo strutturale e impiantistico. Al termine del corso, dopo il superamento dell'esame finale, sarà rilasciato un attestato di qualifica di 4° livello EQF.

Il corso per addetto alla preparazione, installazione, manutenzione e controllo degli impianti elettrici nella Smart Factory è rivolto a didici giovani inattivi, disoccupati o inoccupati e proporrà 900 ore di formazione, con lezioni in aula e 380 ore di stage in aziende del settore per sviluppare e migliorare le competenze relative all'installazione e alla manutenzione di impianti elettrici nelle abitazioni residenziali, negli uffici e negli ambienti produttivi nel rispetto delle norme relative alla sicurezza degli impianti elettrici. Al termine del corso, dopo il superamento dell'esame finale, sarà rilasciato un attestato di qualifica di 3° livello EQF.

Il sostegno alle start up di impresa, invece, prevede due percorsi di orientamento formazione consulenza rivolti a giovani e adulti finalizzato all'avvio di imprese o di lavoro autonomo sviluppando idee e servizi innovativi a supporto del sistema produttivo legato all'efficientamento energetico. I percorsi, di 70 ore complessive, comprendono la formazione per il business plan, l'assistenza per la stesura del business plan, l'accompagnamento all'accesso al credito e alla finanziabilità, il sostegno per la costituzione dell'impresa e della libera professione e il supporto allo start up di impresa.

La formazione di occupati nell'area ricerca e sviluppo e innovazione tecnologica delle imprese, infine, comprende azioni rivolte a lavoratori e imprenditori e punta a sviluppare competenze tecniche e tecnologiche per favorire l'innovazione tecnologica di prodotto e di processo relative a risparmio energetico, ottimizzazione dei consumi energetici, utilizzo di energie rinnovabili e conoscenza dei principali strumenti di incentivazione economica e finanziaria. Ad Arezzo questa azione integrata coinvolgerà cinque imprese del territorio che hanno aderito al progetto - Centria, Abb, Fds e Aisa Impianti - e che ospiteranno corsi per formare l'Energy Manager nelle Smart Factory, aggiornare sulla certificazione ISO insegnare l'inglese tecnico nel settore della meccanica ed energia, favorire la conoscenza dell'industria 4.0 con il software ERP nella "smart factory" e promuoverla come innovazione nei processi aziendali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’alta formazione incontra l’innovazione tecnologica per favorire occupazione e nuove imprese

ArezzoNotizie è in caricamento