La tassa turistica in Italia e in Europa

Il costo medio della tassa di soggiorno nelle principali destinazioni italiane ed europee, secondo uno studio di Liligo.

La tassa di soggiorno è un’imposta locale richiesta ai turisti che pernottano nelle strutture ricettive di una determinata località, in Italia e nelle principali destinazioni turistiche del Vecchio Continente. Lo studio di Liligo ci svela i costi medi dell’imposta turistica in Italia e in Europa, presentando un quadro abbastanza chiaro sull’incidenza della tassa sui costi di pernottamento dei viaggiatori.

In Italia

In materia di tassa di soggiorno ogni comune italiano ha facoltà di deliberare in tutta autonomia sulla tariffa da richiedere ai turisti nel suo territorio, fino ad un massimo di 5 € a notte (con l’eccezione di Roma) ed ogni anno la somma ricavata è destinata alla preservazione del patrimonio culturale ed architettonico della località. L’indagine mostra che nella Penisola la tassa turistica più alta si trova nell’Italia centrale con una tariffa media di 1,90 €, seguita dalle regioni settentrionali (1,80 €), mentre gli importi più bassi si trovano in media nel Sud (1,70 €). In generale le tasse più alte si trovano nelle grandi città d’arte e nelle mete più amate dal turismo internazionale, come l’imposta di Roma, la più cara d’Europa, che può raggiungere i 7 € a notte a persona, o le tasse di soggiorno di Torino, Venezia, Siena, Firenze, Napoli, Taormina e Lipari, nelle isole Eolie, che possono spingersi fino ai 5 € a notte a persona.  

In Europa

Secondo l’indagine di Liligo, in Europa non tutte le località richiedono un’imposta fissa ed il turista può imbattersi anche in una tipologia di tassa turistica calcolata in base percentuale sul costo totale del soggiorno, come a Berlino ed Amsterdam, dove l’imposta corrisponde al 5% del costo del pernottamento a notte. Tra le capitali europee, esclusa Roma, Parigi risulta la destinazione con la tassa di soggiorno più alta (4,40 €) a persona a notte, mentre le città più economiche sono Praga, con una tassa turistica di 0,58 € a notte a persona, Lisbona, dove l’imposta in media è di 1 € a notte a persona , e Sofia con una tassa massima di 1,53 € a notte a persona. Generalmente le città d’arte hanno un’imposta maggiore rispetto alle destinazioni balneari, eccetto che nelle località greche e spagnole. L’unica eccezione nel panorama europeo è infine rappresentata da Londra, dove ancora non esiste una tassa di soggiorno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Malore a scuola: docente trasferita a Siena in codice rosso

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento