Economia

La pianificazione urbanistica di Arezzo presentata a Confindustria

Si è tenuto ieri, presso la sede di Arezzo di Confindustria Toscana Sud, l’incontro tra la sezione dei costruttori edili della delegazione di Arezzo di Confindustria Toscana Sud ed il Comune di Arezzo per la presentazione delle opere pubbliche che...

confindustria_toscana_sud

Si è tenuto ieri, presso la sede di Arezzo di Confindustria Toscana Sud, l'incontro tra la sezione dei costruttori edili della delegazione di Arezzo di Confindustria Toscana Sud ed il Comune di Arezzo per la presentazione delle opere pubbliche che il comune intende avviare entro i prossimi due anni e per approfondire gli strumenti urbanistici che l'amministrazione comunale sta predisponendo per ridisegnare la città nei prossimi dieci anni. Hanno presenziato all'incontro il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli, il vice sindaco ed assessore alle opere pubbliche Gianfrancesco Gamurrini, l'assessore all'urbanistica Marco Sacchetti ed il vice presidente di ANCE Arezzo Andrea Pecorelli.

L'amministrazione comunale dichiara:

"La riunione è stata l'occasione per analizzare le opere di prossima realizzazione nel nostro comune, alcune delle quali comprese nel progetto 'Riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie della città di Arezzo'. Siamo felici che la sezione dei costruttori edili della delegazione di Arezzo di Confindustria Toscana Sud abbia organizzato questo evento, al quale hanno preso parte alcune aziende con sede o stabilimento nel nostro comune, gli ordini professionali e la FIAIP. È stata l'occasione per fare il punto sui numerosi interventi di illuminazione pubblica, arredo urbano, viabilità ed edilizia scolastica promossi dal comune, che riguardano nel dettaglio il polo tecnologico e lo snodo viario dell'area Baldaccio con il raddoppio del sottopasso ferroviario e la riqualificazione urbana dell'area ex caserme e dell'area stazione ferroviaria di Arezzo per un investimento complessivo di 28 milioni di euro. Abbiamo presentato oggi anche il piano triennale dei lavori pubblici in partenza a breve, che punta al recupero delle aree già esistenti per rilanciare la città. Il nostro obiettivo è ridisegnare Arezzo nei prossimi dieci anni, e per fare questo vanno risolti temi infrastrutturali importanti e bonificati ex complessi industriali."

Pecorelli, Vice Presidente di ANCE Arezzo afferma:

"Sono estremamente contento del quadro emerso oggi dall'incontro con il Comune di Arezzo, significa che le cose si stanno smuovendo, stanno partendo lavori importanti. Finalmente, dopo tante peripezie burocratiche, si è giunti ad una fase operativa: alcuni lavori sono già partiti, altri partiranno da giugno, c'è un clima favorevole alla riqualificazione della città ed alla rigenerazione urbana. Una riqualificazione che interesserà strade, aree verdi, edilizia scolastica, immobili dismessi. Inoltre, altro aspetto positivo è rappresentato dall'inserimento nel prossimo piano operativo comunale del tracciato di due infrastrutture strategiche per il nostro territorio, la SGC E78 Grossetto-Fano nei due tratti compresi nel contratto di programma 2016-2020 MIT-ANAS (lotto S. Zeno-Magnanina e lotto Arezzo - Palazzo del Pero comprensivo del nuovo tratto di SR 71 S.Zeno-S.Giuliano, indispensabile per la cantierizzazione del cosiddetto "nodo di Olmo) e la variante esterna alla Città di Arezzo - tratto da Ponte alla Chiassa a innesto con il raccordo autostradale Arezzo Battifolle e la nuova SR 71 da S. Zeno al confine con il Comune di Castiglion Fiorentino."

Pecorelli ha espresso anche un invito affinché negli strumenti urbanistici siano individuate risorse locali per il reperimento di un rilevante quantitativo di materiali da costruzioni indispensabili per realizzare la moltitudine delle opere pubbliche annunciate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La pianificazione urbanistica di Arezzo presentata a Confindustria

ArezzoNotizie è in caricamento