menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
panoramica-arezzo2

panoramica-arezzo2

Imu e Tasi, nessuno sconto ai proprietari dei 684 immobili di lusso di Arezzo

Niente esenzione. I proprietari dei 684 immobili di lusso aretini pagheranno come previsto Imu e Tasi, pur se la residenza è qualificata come prima casa. E' durata lo spazio di pochi giorni, nemmeno due settimane, la speranza per i padroni di case...

Niente esenzione. I proprietari dei 684 immobili di lusso aretini pagheranno come previsto Imu e Tasi, pur se la residenza è qualificata come prima casa. E' durata lo spazio di pochi giorni, nemmeno due settimane, la speranza per i padroni di case lussuose di scansare le gabelle sugli immobili.

Le possibilità era maturata ai primi del mese, durante l'audizione del sottosegretario all'economia Enrico Zanetti in Parlamento che specificava come l'abolizione "dovrebbe riguardare sia la Tasi che l'Imu e, quindi, la generalità degli immobili aventi i requisiti per essere considerati 'abitazione principale', senza eccezioni di sorta in ragione del loro classamento catastale o di altri parametri". Dentro il calderone, quindi, anche case di lusso, ville e castelli.

Un paio di giorni addietro, la retromarcia. E' stato il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, attraverso un post su facebook, a sedare le critiche interne della sinistra democratica sulla legge di stabilità, annunciando che le residenze di lusso saranno tassate, in ogni caso. Come nel 2008: i proprietari di case signorili, ville, castelli e palazzi storici continueranno a pagare le imposte sulla prima casa. Ricadono nella casistica tutti gli immobili classificati nelle categorie catastali A1, A8 e A9.

@MattiaCialini

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Anthony Hopkins a Cortona dopo l'Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento