Crisi aziendale della Fusioni Michelangelo: mozione bipartisan di De Robertis e Casucci

L’aula di palazzo del Pegaso ha approvato una mozione, presentata da Marco Casucci (Lega) e Lucia De Robertis (Pd) che impegna la Giunta a riferire ai membri della seconda commissione e ai consiglieri eletti nel collegio di Arezzo

Una mozione sulla crisi aziendale della “Fusioni Michelangelo” di Caprese Michelangelo in provincia di Arezzo, che vede i consiglieri regionali della zona – Marco Casucci (Lega) e Lucia De Robertis (Pd) – impegnati a seguire una vicenda, “che insiste su un territorio già segnato da molteplici crisi aziendali”.

L’azienda, creata nel 2000, opera nel settore della moda producendo accessori in metalli preziosi e speciali, e negli ultimi anni si era caratterizzata come mono committente per un grande marchio italiano della moda, ma è poi entrata in crisi: i dipendenti sono stati licenziati lo scorso dicembre a seguito della dichiarazione di fallimento dell’azienda, da parte del Tribunale di Arezzo. 

La mozione, approvata dall’Aula, impegna il presidente e la Giunta regionale “a seguire attentamente la crisi, portando la propria vicinanza ai lavoratori e a riferire sugli sviluppi della crisi, ai consiglieri membri della seconda commissione e ai consiglieri eletti nel collegio di Arezzo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento