Domenica, 25 Luglio 2021
Economia

Formazione, Giachi (Pd): "Settore orafo, offerta sul territorio adeguata alla domanda"

Audizione della Fondazione Tab. Cristina Giachi (Pd): “Possiamo razionalizzare e incrementare il lavoro svolto fino ad oggi. Valorizzare l’apprendistato deve essere prossimo passo”. In arrivo una proposta di risoluzione specifica

"L’offerta formativa per il settore orafo, e quindi principalmente per il territorio aretino, è adeguata alla domanda". L’esperienza portata avanti dalla Fondazione Tab che oggi, giovedì 17 giugno, ha illustrato in commissione Istruzione e Formazione del Consiglio guidata da Cristina Giachi (Pd) storia, percorsi e obiettivi raggiunti, sono proporzionali alle esigenze. Il ventaglio di possibilità messo in campo, anche grazie ai bandi attivati dalla Regione con fondi europei e del ministero, ha permesso di sfruttare “tutte le occasioni possibili”, ha detto Sonia Nebbiai.

Il passo successivo, attestato che sul territorio “non è necessaria una nuova Fondazione mentre è possibile razionalizzare e implementare l’esistente”, sarà concentrarsi sull’apprendistato. “Credo che questo percorso, come peraltro confermato da Tab, sia un’opportunità da cogliere non solo dal punto di vista dell’offerta per i nostri giovani, ma anche per continuare, e stimolare, la collaborazione con il tessuto produttivo dei territori”, ha dichiarato la presidente Giachi che sta lavorando alla stesura di una proposta di risoluzione che potrebbe soddisfare anche le richieste delle opposizioni. In particolare di Fratelli d’Italia che ha depositato una mozione – primo firmatario Gabriele Veneri componente della commissione Istruzione - per chiedere, tra l’altro, di incrementare il numero delle Fondazioni Its in Toscana.

“Allo stato dell’arte, sentito anche cosa ci hanno rappresentato gli uffici della Giunta – ha detto la presidente – credo potremmo pensare ad un atto più organico e aggiornato per sostenere il sistema e la capacità formativa di tutti i nostri territori. L’obiettivo che ci siamo presi nel giro di audizioni con le categorie sulla possibilità di ampliamento degli Its in Toscana, resta quello di razionalizzare e contestualizzare offerta e domande pur restando nel quadro delle possibilità regionali e nazionali”. La proposta di risoluzione potrebbe quindi dare una “risposta logica e consona ai bisogni formativi”.

La votazione sulla mozione presentata da Veneri è stata sospesa. Il consigliere si è infatti detto disponibile a leggere e magari integrare l’atto di indirizzo annunciato da Giachi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formazione, Giachi (Pd): "Settore orafo, offerta sul territorio adeguata alla domanda"

ArezzoNotizie è in caricamento