menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incentivi per chi va al lavoro in bus e sostegno a chi ha disabili in famiglia, le novità del Fimia

Il fondo ha illustrato i nuovi servizi questa mattina durante una conferenza stampa alla presenza dei dirigenti provinciali di Cisl, Uil e Cgil

Il Fimia, il fondo integrazione per malattie e infortuni dell'artigianato, ha illustrato questa mattina durante una conferenza stampa le novitè per le imprese artigiane e i loro addetti.

Erano presenti, oltre al presidente del Fimia Marco Conti, i dirigenti provinciali di Cisl Marco Salvini, Uil Cesare Farinelli e Cgil Alessandro Mugnai e Luca Gabrielli.

Tra le novità presentate ci sono gli interventi a sostegno delle politiche attive del lavoro, gli incentivi per i lavoratori che usano il trasporto pubblico, per i titolari e i dipendenti che hanno disabili in famiglia e, infine, aiuti alle imprese che decidono di investire nella digitalizzazione.

Il Fimia Eba opera ormai da molti anni ed è stato costituito dai tre sindacati confederali dei lavoratori e dalle due associazioni artigiane, Cna e Confartigianato Imprese. Il Fondo garantisce aziende e dipendenti aderenti in caso di malattia, maternità, infortunio o malattia professionale. Rimborsa la quota a carica della ditta e agli operai e agli apprendisti offre contributi per libri scolastici, concorre alle spese dentarie e acustiche nonché all'acquisto di occhiali.

Tra i servizi complessivi c'è quello per la sicurezza nei luoghi di lavoro (OPTA), lo sportello territoriale di assistenza sanitaria integrativa (SAN.ART), l'Ufficio conciliazione e cioè una commissione per la risoluzione delle controversie tra aziende e dipendenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    Finita la relazione, l'anello con diamante va restituito?

  • Casentino

    Gelo primaverile: falò accesi per salvare i vigneti

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento