Ecco Ultrabio, la app di BsRC che calcola i contaminanti assunti

Tra i relatori del convegno di domani in programma nella sede di Confindustria Toscana Sud sede di Arezzo per la presentazione del progetto Farmer 4.0, ci sarà anche Monia Renzi del Bioscience Research Center (BsRC). Il BsRC nasce nel 2013 dal...

image1-6

Tra i relatori del convegno di domani in programma nella sede di Confindustria Toscana Sud sede di Arezzo per la presentazione del progetto Farmer 4.0, ci sarà anche Monia Renzi del Bioscience Research Center (BsRC).

Il BsRC nasce nel 2013 dal sogno di portare eccellenza e ricerca a servizio della collettività. Grazie ad uno staff di ricercatori altamente qualificati, alla costante collaborazione con il mondo universitario e al solido e strutturato network con enti pubblici e strutture private di analisi e ricerca, offre servizi di progettazione, consulenza, analisi e formazione nei settori ambiente, agroalimentare, cosmetologia e salute umana. Il principale campo di competenza è rappresentato dalla gestione delle problematiche dirette ed indirette

legate alla contaminazione ambientale e dei rischi connessi per la conservazione della biodiversità e per la

tutela della salute umana nonché per la riduzione degli impatti ambientali e per il miglioramento generale della qualità della vita e del benessere umano. Dalla sua costituzione BsRC ha consolidato il suo fatturato ed incrementato il suo organico in un processo di crescita tuttora in corso. Nonostante la crisi economica in atto nel nostro Paese e nel contesto Europeo, BsRC è riuscita a creare un business innovativo e di successo sviluppando nuovi posti di lavoro per personale tecnico altamente qualificato in una prospettiva di crescita concreta. Per raggiungere questi target, BsRC investe parte degli utili aziendali nelle attività di ricerca di base e sviluppo di nuovi brevetti e nella formazione di studenti, personale e collaboratori. L’azienda ha a cuore il benessere e la motivazione dei propri dipendenti e collaboratori con i quali sviluppa percorsi concordati e programmati di formazione indirizzandone l’impegno produttivo in azienda in relazione alle proprie aspirazioni ed inclinazioni ed al proprio desiderio di crescita professionale.

Tra le creazioni BsCR c'è la app Ultrabio che calcola su base statistica la dose di contaminanti assunti, rapportandola al peso corporeo e mettendola in relazione con i valori della soglia di sicurezza indicati dall'European Food Safety Authority (Efsa) su base settimanale.

L'appuntamento di domani

Domani, mercoledì 20 settembre, alle 11,30 Confindustria Toscana Sud, insieme alle sue agenzie formative, promuove l’avvio del corso “Farmer 4.0” che sarà realizzato nel territorio di Cortona.

Il corso gratuito prevede la partecipazione di un numero massimo di 24 allievi per una durata pari a 1200 ore, di cui 800 ore di stage, suddivise nel biennio 2017 – 2019. Al termine del percorso formativo sarà rilasciato un Diploma che permette l’accesso all’esame di stato per l’abilitazione alla professione di perito agrario.

Il corso si propone di formare la figura di un Tecnico superiore che sia in grado di gestire i processi produttivi biotecnologici degli alimenti e le problematiche connesse alla qualità e alla sicurezza dei prodotti agroalimentari, garantendo la sostenibilità ambientale delle produzioni, favorendo l’innovazione attraverso l’introduzione degli strumenti dell’agricoltura di precisione.

Parteciperanno alla conferenza: Andrea Fabianelli – Presidente Confindustria Toscana Sud

Fabrizio Tistarelli – Presidente Fondazione EAT Eccellenza agroalimentare Toscana

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Monia Renzi – Bioscience Research Center (foto)

Roberto Curtolo – Direttore Ufficio Scolastico Arezzo

Salvatrice Delaimo – Dirigente scolastico Istituto “A. Vegni” – Le Capezzine

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento