DueGi: c'è accordo con GMF. Il 60% dei dipendenti torna al lavoro

L’accordo è stato trovato questa mattina nell’ultimo incontro durante il quale è stato affrontato il futuro degli ex dipendenti DueGi. In tutto sono 100 coloro che attendono di tornare al lavoro. Si tratta degli addetti dei 15 store rimasti...

protesta-cadla1-640x360

L’accordo è stato trovato questa mattina nell’ultimo incontro durante il quale è stato affrontato il futuro degli ex dipendenti DueGi.

In tutto sono 100 coloro che attendono di tornare al lavoro. Si tratta degli addetti dei 15 store rimasti fuori dalla trattativa Conad e che da mesi si trovano in cassa integrazione. Nelle ultime settimane, sono stati i Grandi Magazzini Fioroni a farsi vivi per esprimere il proprio interessamento. Questa mattina a Roma si è svolto un serratissimo incontro durante il quale, sindacati e acquirenti hanno fatto il punto della situazione riguardo al mantenimento dei livelli occupazionali.

L’accordo trovato questa mattina prevede che il sessanta per cento degli ex DueGi passeranno in forza a GMF. Il rimanente 40% non verrà assunto subito ma avrà priorità nel piano dei nuovi e futuri impieghi aziendali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda la situazione aretina, i punti vendita interessati da questo ultimo accordo sono quelli di Pescaiola eCastiglion Fiorentino.

"Siamo soddisfatti perché abbiamo trovato un accordo che mira a reintegrare tutti i dipendenti - sottolinea Marco Bendoni della Cgil - Per Arezzo parliamo di 14 dipendenti che potranno tornare presto al lavoro". Dunque con il tempo tutto il personale, aretino e non, di DueGi troverà una sistemazione. Quelli che invece ancora oggi attendono sono i 140 ex dipendenti di Cadla. Per loro il futuro si prospetta ancora carico di incertezze e di nodi da sciogliere. "Ancora oggi non ci sono garanzie - spiega ancora Marco Bendoni - per la città la vicenda riguardante i dipendenti del magazzino di San Marco è e sarà un grave problema che dovranno affrontare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Lo sfogo del direttore di Rianimazione: "Abbracci senza mascherina, la gente non ha capito. Mi sono stancato"

  • Coronavirus, il bollettino della Asl: 64 nuovi positivi nell'Aretino. Ci sono bimbi, studenti e insegnanti

  • Covid, Asl: "Si semplifica la complicata vita del positivo e del contatto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento