Dl Salva-risparmio: approvati gli emendamenti. Termini prorogati e platea allargata, ecco cosa cambia

Prorogati i termini per i risparmiatori per chiedere i rimborsi, esclusione del valore delle obbligazioni azzerate dai 100mila euro di patrimonio e poi estensione della platea dei beneficiari. Sono queste alcune delle modifiche approvate oggi...

senato-della-repubblica01

Prorogati i termini per i risparmiatori per chiedere i rimborsi, esclusione del valore delle obbligazioni azzerate dai 100mila euro di patrimonio e poi estensione della platea dei beneficiari.

Sono queste alcune delle modifiche approvate oggi dalla commissione Finanze del Senato che riguardano il decreto legge Salva-risparmio e di cui potranno beneficiare anche gli obbligazionisti azzerati di Banca Etruria, Carife, Banche Marche e Carichieti. A darne contezza, al termine dei lavori in commissione, è stata la senatrice Donella Mattesini che ha sottolineato come oggi: "si è concluso in commissione Finanze al Senato l'esame degli emendamenti che riguardano le quattro banche in liquidazione: Banca Etruria, Carife, Banche Marche e Carichieti. Grazie all'impegno del Pd in commissione e alla nostra tenacia nel voler cercare spazi di miglioramento, l'impianto del testo rispetto al precedente decreto è stato perfezionato". "Le modifiche approvate e condivise anche con i colleghi della Camera delle zone interessate - spiegano le senatrici del Pd Donella Mattesini, Maria Teresa Bertuzzi, Camilla Fabbri - consentono importanti passi avanti. Quattro i punti qualificanti: sono stati prorogati al 31 maggio i termini per i risparmiatori delle quattro banche in risoluzione per chiedere il rimborso. E' stata amplia la platea dei beneficiari allargandola anche ai coniugi more uxorio e ai parenti degli obbligazionisti fino al secondo grado di parentela. E' stata poi decisa l'esclusione del valore delle obbligazioni azzerate dai 100mila euro di patrimonio ed è stata disposta la gratuità di tutte le spese di istruttoria a carico delle banche. E' stato un lavoro impegnativo e di costante dialogo con il Governo - concludono le senatrici del Pd - ma che alla fine grazie all'impegno di tutti ha consentito di mettere a punto miglioramenti importante per migliaia di famiglie che aspettavano un segnale forte dalla politica". L’approdo nell’Aula del Senato del decreto è slittato a domani mattina. La commissione Finanze, infatti, è ancora al lavoro sugli emendamenti e, garantisce il presidente Mauro Maria Marino (Pd), che è anche relatore del provvedimento, punta a chiudere "entro oggi".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • Coronavirus: +7 casi nell'Aretino. Ci sono due studenti delle superiori (Itis Galilei e Isis Valdarno) e un neonato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento