Venerdì, 25 Giugno 2021
Economia

"I dipendenti non rientrano, preferiscono stare in cassa integrazione". La denuncia: "Troppo assistenzialismo"

L'allarme del presidente delle Partite Iva di Apit Massimo Gervasi e del coordinatore di Arezzo Stefano Vaiani: "Senza dipendenti non possiamo ripartire". Il caso del ristoratore Giuseppe Bichi

Massimo Gervasi, presidente Apit

"Senza dipendenti non possiamo ripartire, questa è una situazione che non ha precedenti". E' quanto denunciano gli aretini Massimo Gervasi, che è presidente di Apit Italia (Associazione partite iva sul territorio), e il coordinatore Apit per la provincia di Arezzo, Stefano Vaiani. "A pagarne le conseguenze sono soprattutto le realtà del mondo Horeca - dicono - ma anche il mondo dell'agricoltura. Molti i dipendenti in cassa integrazione che non rispondono all'appello; in altri casi ci sono lavoratori stranieri rimasti nel loro paese di origine".

Tra i ristoratori che aderiscono ad Apit e che esprimono difficoltà e disagi, c'è l'aretino Giuseppe Bichi: "I dipendenti non vogliono rientrare, perché la differenza tra salario e sussidio è minima se si contano anche le spese per recarsi a lavoro. Nel frattempo continuiamo a pagare pesanti F24, ovvero tasse. Li chiamano pagamenti volontari: dopo 14 mesi di chiusure?".

Gervasi punta poi il dito contro il Governo: "Troppo assistenzialismo, che da una parte funge da deterrente occupazionale, dall'altra umilia e danneggia le imprese, con miseri ristori. Con manovre bizzarre ha obbligato alla chiusura centinaia di migliaia di aziende, incentivando la disoccupazione, introdotto un sistema di assistenzialismo controproducente, mettendo nelle condizioni: i lavoratori di offrirsi solo per lavoro in nero e le imprese a non avere speranza di sopravvivenza".

E infine il presidente Apit si appella al ministro del Lavoro Andrea Orlando e ai sottosegretari Tiziana Nisini e Rossella Accolto: "Bisogna intervenire con azioni concrete e immediate, con questi presupposti neanche la reintroduzione dei voucher sarà sufficiente. Le imprese vanno sovvenzionate e alleggerite dalla zavorra burocratica e contributiva".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I dipendenti non rientrano, preferiscono stare in cassa integrazione". La denuncia: "Troppo assistenzialismo"

ArezzoNotizie è in caricamento