Del Tongo, i sindacati incontrano i lavoratori. "Erano presenti tanti ordini. Da valutare le manifestazioni d'interesse"

"Non avremmo mai pensato che la Del Tongo potesse fare questa fine". E' il primo pensiero dei sindacati che questa mattina hanno incontrato nella sala consiliare di Badia al Pino i dipendenti della storia azienda aretina, una cinquantina circa...

Del_Tongo_assemblea_dipendenti_5

"Non avremmo mai pensato che la Del Tongo potesse fare questa fine". E' il primo pensiero dei sindacati che questa mattina hanno incontrato nella sala consiliare di Badia al Pino i dipendenti della storia azienda aretina, una cinquantina circa.

Un'assemblea che non poteva certo tenersi presso lo stabilimento di Tegoleto dopo che il tribunale ha sancito il fallimento della Del Tongo.

"Questa mattina gli amministratori sono chiamati a consegnare la documentazione richiesta dal tribunale per permettere ai commissari di valutare la possibilità di un esercizio provvisorio - spiega Antonella Pagliantini della CGIL - sinceramente non credo che questa strada sarà percorsa. Il tribunale deve decidere in base ai documenti forniti se è più vantaggioso in termini economici fermare la produzione della Del Tongo o mandarla avanti sulla base degli ordini presenti".

Quanti ordini erano presenti?

"Erano presenti tanti ordini e la situazione sembrava presagire uno spiraglio - prosegue Pagliantini - certo è che nel momento in cui c'è un fallimento il tribunale difficilmente si prende la responsabilità di fare l'imprenditore. Deve valutare molto approfonditamente se conviene o meno mettere in produzione gli ordini che erano stati presi in carico dalla Del Tongo".

Lei durante l'assemblea ha parlato di alcune manifestazione di interesse.

"Mi rifaccio alla sentenza emessa - sottolinea Pagliantini - ci sono aziende interessate a collaborare. C'è da capire se con alcuni rami d'azienda o meno. Finché non ci saranno proposte concrete non voglio dare false speranze. E' necessario prestare attenzione alle proposte che sono arrivate o arriveranno. Una manifestazione d'interesse può arrivare per il marchio Del Tongo, per la produzione delle cucine o per quella complementare".

Intanto i dipendenti della Del Tongo restano in una sorta di limbo.

"Esatto, sono sospesi - ribadisce Antonella Pagliantini - il tribunale non sa ancora quale sarà il futuro della Del Tongo, non ha deciso cosa farne. Questa situazione potrebbe essere stata effettuata per tutelare l'azienda perché i dipendenti con la loro esperienza rappresentano un valore. In questo momento i lavoratori della Del Tongo non sono licenziati e neanche dimessi. Fino a quando non arriverà la decisione dei curatori resteranno in questa condizione".

Giovedì prossimo, 8 febbraio, nuova assemblea sempre nella sala consiliare di Badia al Pino alle ore 15.

Articoli correlati:

Del Tongo, l'amarezza dei dipendenti: "Fermati quando iniziavamo a vedere uno spiraglio" VIDEO

Twitter @MatteoMarzotti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm in arrivo: regioni chiuse e nuova divisione per colori. Cosa cambia per la Toscana

  • Toscana ancora in zona gialla? Si decide. Nuovo Dpcm: massimo 2 ospiti non conviventi in casa

  • Saturimetro: come funziona e quali sono i migliori modelli da acquistare on line

  • Banda dell'Audi bianca, è caccia aperta: le segnalazioni e la foto virale che fa sperare nell'arresto. Ma è un'altra operazione

  • Arrivati i nuovi vaccini Covid: ecco chi può accedere e come prenotarsi. Arezzo al top per somministrazioni

  • "Pettorina finta e Glock in mano, così ho capito che non erano carabinieri". Il vocale che svela i trucchi della banda dell'Audi bianca

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento