Domenica, 19 Settembre 2021
Economia

De.Co. Day. A Caprese Michelangelo si parla di "Denominazione Comunale di Origine"

De.Co. Day, ovvero “il giorno delle De.Co”.  Domenica 20 agosto questo sarà il tema che animerà il convegno che si terrà a Caprese Michelangelo  a partire dalle 10:30 nelle Sale del Castello. Attesi partecipanti da tutt’Italia per confrontarsi...

Caprese Michelangelo

De.Co. Day, ovvero "il giorno delle De.Co". Domenica 20 agosto questo sarà il tema che animerà il convegno che si terrà a Caprese Michelangelo a partire dalle 10:30 nelle Sale del Castello.

Attesi partecipanti da tutt'Italia per confrontarsi sul futuro e la spendibilità di questo marchio local.

Ma facciamo un po' di storia: il marchio De.C.O. (Denominazione Comunale di Origine..oggi semplicemente De.Co.) nasce da una felice intuizione di Veronelli sostenuta poi dall'Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani. Protagonisti sono i Comuni che possono segnalare, promuovere, disciplinare prodotti tipici, di nicchia, del proprio territorio evitando magari che possano scomparire sotto la spinta globalista.

Tanti i comuni che decidono nel tempo di affidarsi a questa etichettatura per salvaguardare aspetti produttivi e/o culturali del loro territorio. Diversi quelli che parteciperanno a Caprese il 20 prossimo, tra cui il più famoso, anche se per altre vicende, è quello di Amatrice.

"Lo scorso anno - interviene la vicesindaco Alessandra Dori - questo Comune si è dotato di una De.Co., approvando il disciplinare per la produzione della "patata di Fragaiolo". La nostra esperienza è stata più che positiva: quel logo è diventato una garanzia e un valore aggiunto che sta valorizzando il prodotto, migliorando la sua commercializzazione e garantendo i consumatori. A livello nazionale però, e in qualche caso anche regionale, questo marchio viene letto come non totalmente rispondente alla regolamentazione che vedrebbe l'Europa come soggetto primo preposto a certi riconoscimenti. Da qui la voglia di confrontarci con altri comuni e vari soggetti per capire come sia possibile difendere un'esperienza e una filosofia d'azione, che non vuole mettere in conflitto De.Co. e altri dispositivi certificativi ( ricordo che nel nostro territorio insiste anche una D.O.C.), ma vuole affermare la necessità di strumenti più flessibili per sostenere piccole produzioni, prodotti della tradizione che sembrano destinati a finire ma che sono parte della nostra identità culturale e non solo. Per questo al tavolo avremo il Presidente del coordinamento dei Comuni De.Co. vicentini, che porterà il lavoro condotto nella loro regione dove a giorni uscirà una legge di tutela riferita a questo marchio, un rappresentante Anci regionale e dell'Unpli (Unione nazionale pro loco italiane) della Toscana. Il dibattito sarà animato dalle esperienze portate da altri territori. Di contorno al convegno alcuni espositori che proporranno i prodotti con il marchio De.Co. Dalla giornata - conclude la vicesindaco - ci aspettiamo di conoscere buone prassi, come quella vicentina, e iniziare anche in Toscana un coordinamento dei comuni che hanno le De.Co. per arrivare anche noi ad ottenere un riconoscimento di questo percorso. Non ci dispiacerebbe, inoltre, mantenere questo approfondimento come appuntamento annuale su cui costruire altri eventi per far conoscere sempre più la De.Co. e i suoi prodotti".

Accanto all'amministrazione comunale anche la Pro Loco Michelangelo. Così la presidente, Marinella Vitale: "Condividiamo da sempre il progetto legato alla De.Co., tanto che ci siamo attivati insieme all'amministrazione per realizzare quella della "patata di Fragaiolo" e muoverci in seguito per la sua promozione, partendo da una festa annuale che serva per presentare il prodotto e le sue caratteristiche. Naturale per noi quindi essere qui oggi a rappresentare il nostro sostegno al marchio De.co., forti del fatto che le esperienze di maggior successo relative a questa etichettatura vedono, accanto alle amministrazioni comunali le locali Pro Loco"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De.Co. Day. A Caprese Michelangelo si parla di "Denominazione Comunale di Origine"

ArezzoNotizie è in caricamento