Economia

Cose di Lana, sul piatto la proposta del rent-to-buy. Guiducci: "I lavoratori hanno pagato fin troppo"

"Che non si proceda ancora sulla pelle dei lavoratori, che nella vicenda Cose di Lana, come in altre vertenze, hanno già pagato con enormi sacrifici, con dolorose ristrutturazioni che hanno portato a molte perdite di posti di lavoro e a tre...

cose-di-lana

"Che non si proceda ancora sulla pelle dei lavoratori, che nella vicenda Cose di Lana, come in altre vertenze, hanno già pagato con enormi sacrifici, con dolorose ristrutturazioni che hanno portato a molte perdite di posti di lavoro e a tre successivi contratti di solidarietà."

Così Guido Guiducci della Filctem Cgil si esprime sull'asta andata deserta per la seconda volta della storia azienda di maglieria di alta gamma di Sansepolcro, in crisi crescente dal 2013. Nel prossimo futuro c'è una scadenza importante, troppo vicina, quella del 30 giugno quando scadrà l'affitto del ramo d'azienda che Cose di Lana gestita dalla curatela ha fatto alla newco Supermaglia che ha a capo Piergiorgio Ponticelli.

Nel piatto dei curatori c'è la proposta che il contratto di affitto venga prolungato con la formula del rent to buy, cioè con una quota dell'affitto in accantonamento per l'acquisto definitivo. Ai curatori, in questo ristretto arco di tempo, quindi, spetterà il compito di valutare se questa soluzione è percorribile, se ci sono le risorse e le commesse per mandare avanti il lavoro almeno delle attuali 90 famiglie coinvolte.

Tra i prossimi passi intanto ci potrebbe essere anche una terza asta, con un ulteriore ribasso del prezzo base, visto che il bando non comprende tutte le componenti aziendali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cose di Lana, sul piatto la proposta del rent-to-buy. Guiducci: "I lavoratori hanno pagato fin troppo"

ArezzoNotizie è in caricamento