Mercoledì, 23 Giugno 2021
Economia

Cassa in deroga, la Regione Toscana ha già autorizzato l'80 per cento delle domande

L'assessore regionale al Lavoro, Cristina Grieco, fa il punto sulle procedure per l'erogazione dell'ammortizzazione sociale collegata all'emergenza sanitaria da Covid-19

Sulle procedure per l'erogazione della cassa integrazione in deroga collegata all'emergenza sanitaria da coronavirus Covid-19, la Regione Toscana ha già esaminato e autorizzato 27 mila 500 domande sulle circa 33 mila ricevute fino ad oggi, vale a dire oltre l'80 per cento delle istanze. Entro la prossima settimana la Regione conta di evadere tutte le istruttorie. 

“La Regione sta mantenendo l'impegno a procedere con tempestività alla fase istruttoria ed a trasmettere le domande all'Inps regionale che provvederà materialmente al pagamento”, afferma l'assessore regionale a Lavoro, formazione ed istruzione, Cristina Grieco.

“È possibile ricevere l’anticipo degli ammortizzatori dalle banche senza interessi ne’ spese. I protocolli nazionale e regionale con l'Associazione bancaria, infatti, permettono a tutti i lavoratori le cui aziende hanno fatto domanda di ammortizzatori con la sigla Covid-19 di vedersi anticipato, in immediato, il valore dell'ammortizzatore stesso”, ha precisato l'assessora toscana Grieco che, tra l'altro, è coordinatrice nazionale della commissione Lavoro della Conferenza della Regioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassa in deroga, la Regione Toscana ha già autorizzato l'80 per cento delle domande

ArezzoNotizie è in caricamento