Economia

Case popolari, studenti universitari e affittuari: il dramma della casa si aggrava

Sono tre le proposte che il Sunia, sindacati degli inquilini e degli affittuari, fa ai comuni, sottolineando come nessuno abbia aperto il bando con il contributo già stabilito dalla Regione

La casa era un'emergenza prima del Covid, oggi lo è di più. Il Sunia sta quindi mettendo a punto iniziative congiunte tra associazioni di proprietari e inquilini per agevolazioni su tasse comunali ed ha quindi scritto a tutti i sindaci e ad Arezzo Casa Spa chiedendo interventi sul problema casa e mettendosi a disposizione per favorire le varie iniziative programmate.

Il Sunia ha indicato una serie di priorità. La prima: "sostegno al pagamento degli affitti di abitazioni. Sono già definiti i criteri generali dalla Regione che ha inviato le linee guida. Ancora nessun Comune della provincia risulta aver avviato il bando per presentare le domande. Il rischio è di far perdere l’opportunità del contributo".  Il Sunia ritiene fondamentali il sostegno al pagamento degli affitti di negozi e botteghe, la ricontrattazione affitti perché in questa difficile situazione, proprietari e inquilini possono accordarsi per la riduzione o la sospensione del canone di locazione evitando, al proprietario, di pagare le imposte sui canoni non riscossi con registrazione esente da imposta. Sunia è in grado di curare la pratica.

Infine altre due proposte. "Il sostegno agli affitti degli studenti universitari fuori sede per il quale manca ancora il più volte annunciato provvedimento della regione Toscana mentre alcune regioni hanno già disposto stanziamenti nell’ambito del diritto allo studio.  Infine il sostegno agli assegnatari delle case popolari. Occorrono finanziamenti specifici snelli per la ridefinizione temporanea dei canoni per dimostrata riduzione dei redditi familiari."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari, studenti universitari e affittuari: il dramma della casa si aggrava

ArezzoNotizie è in caricamento