rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Economia

Koiné ha retto l'urto Covid: utile 2021 da quasi mezzo milione, i soci si dividono 215mila euro

Il bilancio 2021 sarà discusso nell’assemblea dei soci che si terrà nel pomeriggio del 1° luglio nella fattoria di Ramarella, nel comune di Laterina Pergine

L’emergenza Covid è stata dura ma Koinè, la grande cooperativa sociale con base ad Arezzo, ha retto l’impatto e adesso prosegue il suo percorso di crescita. Lo conferma il bilancio 2021 che sarà discusso nell’assemblea dei soci che si terrà nel pomeriggio 1° luglio nella fattoria di Ramarella, nel comune di Laterina Pergine. Assemblea che nella sua seconda parte sarà aperta ai rappresentanti delle istituzioni, del territorio e del volontariato. Tra gli altri intervengono il presidente della conferenza dei sindaci del Valdarno, Sergio Chienni; la sindaca di Laterina Pergine, Simona Neri; la direttrice della Zona Valdarno Asl, Stefania Magi; la segretaria provinciale della Cisl, Silvia Russo; il presidente del Calcit, Giancarlo Sassoli, ed Enrico Chiosi, presidente dell’associazione Aldebaran.

Cos'è la cooperativa Koiné

La cooperativa sociale Koinè conta 692 occupati (551 a tempo indeterminato) di cui 435 sono anche soci. Il fatturato del 2021 è aumentato del 12% con un utile operativo di quasi 450mila euro, pari al 2,16% dei volume totale dei ricavi. "Koinè ha retto all’urto violento del Covid, vinto nuovamente tutti i suoi principali appalti e si è infittita la rete delle partnership sociali e con i Comuni", spiega una nota.

Il commento di Peruzzi

Il presidente Paolo Peruzzi: “la chiusura del bilancio di esercizio 2021 – del bilancio di una annata pesante che seguiva ad una (quella segnata dalla pandemia) per molti versi drammatica – rende evidente un fatto positivo e per nulla scontato: la cooperativa ha reagito alle difficoltà, ha recuperato terreno, ripreso a produrre buona occupazione ed utile operativo, dato spessore alle attività di ricerca sociale per l’innovazione, sviluppato le condizioni per concretizzare un nuovo Piano degli investimenti, consolidato la fittissima rete di collaborazioni e partnariati con le imprese sociali e molti Enti Locali del territorio, confermato l’impegno prioritario a sostenere lo sviluppo dell’economia sociale di comunità, rafforzato ulteriormente la propria ossatura patrimoniale a garanzia del futuro. Con l’approvazione dell’Assemblea del 1 luglio, 215mila euro verranno distribuiti ai soci lavoratori come
premio di produttività mentre restano in casa anche per far fronte al problema dei crediti
inesigibili, poco meno di 230mila euro. Escono confermati - conclude Peruzzi - punti di forza e limiti, opportunità e minacce per il futuro. In tutto ciò, appaiono sempre più evidenti lo straordinario potenziale del pensiero cooperativo, la necessità e l’importanza del saper declinare ogni io nel nostro noi, la necessità di pensare, sentire e concretizzare il cammino come un processo collettivo che richiede di considerare la condivisione della mèta e del modo di camminare condizioni necessarie e da incrementare, presidiare e difendere”.

L’appuntamento con Koinè sarà di riflessione ma anche di festa. Ecco quindi l’esposizione di quadri del piccolo Atelièr di pittura Associazione Aldebaran, il banco prodotti Orto Fattoria Aia di Ramarella, il banco prodotti Aia e Orto  Felici,  Borgo San Felice; il banco apicoltore del progetto Aie Diffuse e il banco maestro vincaio formatore del nuovo progetto di agricoltura sociale. Nel corso della serata performance laboratori teatrali con la Compagnia i Giocarelloni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Koiné ha retto l'urto Covid: utile 2021 da quasi mezzo milione, i soci si dividono 215mila euro

ArezzoNotizie è in caricamento