Imprenditori pigri e opportunisti? Confindustria Toscana Sud contro il presidente dell'Inps

Il presidente dell'Associazione Industriali Paolo Campinoti:"Abbiamo letto con stupore le dichiarazioni di Pasquale Tridico. Si tratta di affermazioni profondamente ingiuste"

Paolo Campinoti, presidente di Confindustria Toscana Sud

Il quotidiano Repubblica ha pubblicato un'intervista molto puntuale al Presidente nazionale dell'Inps Pasquale Tridico, il quale senza mezzi termini ha dichiarato come molti imprenditori italiani a suo avviso si stiano cullando sull'aiuto della cassa integrazione, in particolare così si è espresso valutando le difficoltà nel riaprire le aziende da parte degli imprenditori: "Per pigrizia, per opportunismo, magari sperando che passi la piena, In alcuni settori ci possono essere anche imprenditori che non affrontano le difficoltà delle riaperture... tanto c'è lo Stato".

Subito gli imprenditori italiani e Confindustria si sono scagliati verso le offensive parole frutto di una visione distorta, non reale e grave da parte di un Presidente di un ente pubblico così importante e teoricamente vigile sull'economia reale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così si ha commentato il presidente di Confindustria Toscana Sud Paolo Campinoti:" Abbiamo letto con stupore le dichiarazioni del presidente dell’Inps Pasquale Tridico secondo cui le imprese non riprenderebbero l’attività per questioni di opportunismo poiché, in attesa che il mercato riparta, è lo Stato a farsi carico dell’80% della busta paga dei lavoratori. Si tratta di affermazioni profondamente ingiuste, soprattutto nei confronti delle piccole imprese che faticano a riprendere l’attività per la forte contrazione della domanda e per gli oneri fiscali e contributivi a cui, nonostante la crisi di liquidità, devono comunque adempiere. Inoltre voglio ricordare come moltissime imprese abbiano anticipato la cassa integrazione senza ricevere ad oggi nemmeno un euro di quanto dovuto dall'Inps. Le parole del presidente Tridico evidenziano ancora una volta un pregiudizio nei confronti del sistema imprenditoriale e sono ben lontane dallo spirito di coesione invocato, anche di recente, dal presidente Mattarella, dal Governatore Visco e dai più alti esponenti del Governo".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio in lutto, si è spento Giuseppe Rizza

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Sveglia prima dell'alba e naso all'insù: ecco come non perdersi la cometa Neowise

  • Coronavirus: 2 decessi, 1 nuovo caso, 3 guarigioni. Il quadro toscano

  • Ambulante scopre e tenta di fermare un ladro: aggredito a pugni in faccia. Malvivente arrestato

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento