Confartigianato: “Il nuovo sindaco valorizzi il ruolo economico e sociale delle imprese, indispensabili per Arezzo”

Appello di Confartigianato Arezzo in vista del ballottaggio. Vannetti: "la nuova amministrazione sappia creare situazioni positive per il rilancio di questo territorio"

Confartigianato Arezzo, forte della sua presenza sul territorio e dei suoi 5.500 associati e altrettanti pensionati, guarda con estrema attenzione al ballottaggio di domenica e lunedì che porterà ad individuare la persona che guiderà la città per i prossimi cinque anni. Dal presidente di Confartigianato Arezzo, Ferrer Vanneti, arriva in primo luogo un in bocca al lupo ad entrambi i candidati a sindaco di Arezzo, Alessandro Ghinelli e Luciano Ralli, con “un ringraziamento per il gravoso impegno di servizio alla città che andranno ad assumere in un momento non certo facile e non solo per la questione Covid, quanto per le enormi e pesanti conseguenze economiche e sociali che la pandemia ha portato e porterà ancora come ricaduta sul tessuto imprenditoriale aretino”.

“Confartigianato Arezzo – spiega Vannetti ai candidati sindaco - è una forza aperta al confronto e al dialogo, è questo il ruolo che ci sentiamo di portare avanti, sia a tutela degli interessi dei nostri associati ma anche come senso civico che da sempre ci appartiene, perché l’impresa artigiana è appunto impresa ma è anche un collante rispetto alla famiglia e ha un forte impatto sociale nel territorio. E’ importante quindi che i due candidati si rendano conto che noi rappresentiamo una categoria che esce da anni di profonda crisi economica a cui si aggiunge il Covid, che ha aperto una serie di preoccupazioni e interrogativi di difficile soluzione”. “C’è da dire – insiste Vannetti -  che i nostri imprenditori non hanno mollato e non vogliono mollare, e hanno voglia di tornare a lavorare con profitto e continuità e quindi chiedono all’Amministrazione Comunale che sia un’alleata del territorio non un ostacolo burocratico alla loro attività. Abbiamo bisogno che il futuro sindaco ci consenta di trovare serenità operativa, che sia una guida con idee chiare, e che sappia per creare situazioni positive perché in questo territorio si possa continuare a lavorare e a creare ricchezza e solidarietà sociale”. “L’augurio finale che faccio dunque a Ghinelli e Ralli - chiude Vannetti - è di portare avanti al meglio, chiunque sia a prevalere, il compito difficile e pesante dell’amministrazione di questa città per i prossimi cinque, senza dimenticare mai il ruolo economico e sociale delle piccole e medie imprese decisivo e indispensabile sui nostri territori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento