Economia

Competitività ed export, così Arezzo e la Toscana del Sud. I dati di Confindustria

E' competitiva, esporta oltre il 5 per cento in più rispetto a circa 10 anni fa e spicca a livello nazionale nelle performance relative alla salute. E' questa Arezzo, secondo l'immagine tratteggiata con i dati dell'analisi sui fattori strutturali...

export

E' competitiva, esporta oltre il 5 per cento in più rispetto a circa 10 anni fa e spicca a livello nazionale nelle performance relative alla salute. E' questa Arezzo, secondo l'immagine tratteggiata con i dati dell'analisi sui fattori strutturali nazionali e regionali elaborata dal Centro Studi Confindustria e presentata ieri in occasione dell'Assemblea generale che si è tenuta a Siena.

L'indagine è basata sul Regional Competitiveness Index - RCI 2016 della Commissione Europea e prende in esame 11 indicatori: istituzioni, stabilità macroeconomica, infrastrutture, salute, istruzione di base, istruzione terziaria/formazione continua, efficienza del mercato del lavoro, ampiezza del mercato, prontezza tecnologica, maturità del sistema produttivo, innovazione. Viene così stilata una sorta di graduatoria dei Paesi, delle regioni e delle province più competitive. E Arezzo risulta 26esima (su 103) a livello Nazionale.

LA GRADUATORIA NAZIONALE

Sul fronte della competitività l'Italia risulta 19esima in Europa su 28 Paesi. Rispetto al 2013 ha perso una posizione e - dato che non sorprende troppo - la sua peggiore performance è quella relativa alla istruzione terziaria e formazione (25esima). Sorprende invece la decima posizione per quanto riguarda le infrastrutture: una performance sopra la metà della classifica in un Paese dove spesso le infrastrutture impiegano anni ed anni per essere terminate.

La Toscana è 172 esima in Europa - preceduta dalla Lombardia, prima italiana al 143esimo posto - e decima a livello Nazionale, che la vede addirittura seconda sul fronte saluta e sesta sul fronte infrastrutture. Note dolenti invece il mercato del lavoro e l'istruzione terziaria (con una vertiginosa discesa dal 9 al 14esimo posto rispetto al 2013).

E poi le classifiche provinciali, con un focus su quelle dalla Toscana del Sud. In questo caso Arezzo si piazza 26esima dietro a Siena che è 20esima.

TOSCANA DEL SUD, L'EXPORT.

In occasione dell'assemblea generale il Centro Dati di Confindustria ha elaborato anche un'analisi dell'evoluzione delle esportazioni della Toscana e delle singole province dal 2008 al 2016.

Quello che emerge è di particolare interesse. "Arezzo - si legge nello studio - con 6,6 miliardi, realizza il 20,4% dell'export regionale, pari a con una crescita del 5,1% di quanto realizzava nel 2008 (3,75 miliardi). Nel primo semestre del 2017 registra una flessione del 3,4% rispetto al primo semestre 2016. I settori trainanti sono i metalli preziosi, la gioielleria ed il sistema moda, il mercato di riferimento il continente europeo (EU 34,4, non EU 27,4%)".

A livello regionale, la Toscana del Sud nel 2016 ha esportato per un valore complessivo di 8,24 miliardi di euro, un dato che rappresenta il 25,4% dell'export complessivo regionale. "Nel 2008 - si legge nello studio - rappresentava il 21,4% (il 4% in meno) con 5,28 miliardi. In termini assoluti, l'export dell'area dal 2008 al 2016 è cresciuto del 56%. Il contributo più significativo viene da metalli preziosi, gioielleria e sistema moda. Il primo semestre del 2017 vede ancora una crescita del 3.2% rispetto al primo semestre del 2016".

Le province della Toscana del Sud rispetto alle 103 province italiane

Siena: 20° Posto

Migliore performance: 2° per Innovazione

Peggiore performance: 79° per Prontezza tecnologica

Arezzo: 26° posto

Migliore performance: 5° per Salute

Peggiore performance: 76° Istruzione Terziaria e Formazione Continua

Grosseto: 64° posto

Migliore performance: 16° per Istituzioni

Peggiore performance: 84° per Infrastrutture
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Competitività ed export, così Arezzo e la Toscana del Sud. I dati di Confindustria

ArezzoNotizie è in caricamento