rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Economia

L'agroalimentare al centro, Coldiretti e la visita di Saccardi

Parte da Arezzo il ciclo di incontri che Coldiretti ha organizzato nelle sue aziende dove arriva in visita il vicepresidente della Regione Toscana Stefania Saccardi che questa mattina ha iniziato proprio dalle Tenute di Fraternita ad Arezzo

Parte da Arezzo il ciclo di incontri che Coldiretti ha organizzato nelle sue aziende dove arriva in visita il vicepresidente della Regione Toscana Stefania Saccardi che questa mattina ha iniziato proprio dalle Tenute di Fraternita ad Arezzo questo tour nelle imprese dell’aretino alla presenza del direttore di Coldiretti Toscana Angelo Corsetti, del presidente provinciale Lidia Castellucci e del direttore Raffaello Betti oltre che del Primo Rettore della Fraternita dei Laici Pier Luigi Rossi.

“Le visite ad Arezzo e nelle 4 vallate della provincia da parte del vicepresidente della Regione Toscana Stefania Saccardi sono state pensate per poterle far conoscere il meglio dell’agroalimentare aretino – spiega il Presidente di Coldiretti Arezzo Lidia Castellucci – ed illustrarle quelli che sono i suoi punti di forza oltre che le principali problematiche e difficoltà che il settore si trova ad affrontare quotidianamente.

Nell’ottobre 2018, Coldiretti Arezzo costituisce le Commissioni Tematiche, luoghi deputati allo scambio ed al confronto diretto con le imprese agricole sulle tematiche principali che interessano l’agricoltura aretina.

Le Commissioni si riuniscono periodicamente e producono le linee di indirizzo oltre che essere riferimento per enti, istituzioni e cittadinanza con la quale l’associazione collabora. Nella tappa odierna ad Arezzo saranno affrontati tematiche quali ungulati, olio, vendita diretta, ospitalità contadina.

“E’ un’importante giornata di lavoro quella di oggi – continua Castellucci – abbiamo una rappresentanza di soci che provengono e dalle nostre quattro vallate e stiamo lavorando insieme al vicepresidente, sulle tematiche che caratterizzano il nostro territorio per far diventare l’agricoltura aretina ancora più bella, rigogliosa e funzionale e pronta a rispondere alla esigenze in continuo cambiamento ed in grado di affrontare le sfide del futuro che si presentano, il nostro obiettivo – prosegue il presidente di Coldiretti -  sarà andare oltre il biologico, con i nostri terreni sani e salubri per produrre le produzioni di cibo vero”.

E il Primo Rettore della Fraternita dei Laici Pier Luigi Rossi ha sottolineato come “Mangiare è un atto ambientale, medicina e agricoltura sono due scienze per la vita e la struttura della Fraternita ha dimostrato che innovando è possibile rendere migliore l’ambiente ed offrire prodotti di qualità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'agroalimentare al centro, Coldiretti e la visita di Saccardi

ArezzoNotizie è in caricamento