rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Economia Castel Focognano

Colacem, efficientamento e transizione energetica le basi per il futuro

Presentato nello stabilimento di Rassina il Rapporto di sostenibilità. 14 milioni di euro investiti nell'impiantistica

È stata presentata presso lo stabilimento di Rassina la 16^ edizione del Rapporto di sostenibilità Colacem. Il management della società, insieme al direttore dello stabilimento, ha descritto l’impegno dell’azienda nel perseguire gli obiettivi di sostenibilità economica, ambientale e sociale.

Il Rapporto contiene informazioni sui temi più rilevanti individuati attraverso una specifica indagine su un campione rappresentativo dei portatori di interesse (stakeholder). Attraverso testi, infografiche e tabelle di sintesi, viene fornita una visione d’insieme delle strategie e delle aree di operatività dell’azienda. Dialogo costante con le comunità locali, neutralità carbonica, prodotti e servizi, gestione e biodiversità delle aree estrattive, sicurezza nei luoghi di lavoro, economia circolare, sono alcuni degli argomenti che informano un rapporto sempre più completo, nel quale la transizione energetica assume un rilievo particolare, anche in considerazione del contesto geopolitico. 

Spiccano tra gli investimenti gli oltre 14 milioni di euro per l’impiantistica finalizzata alla sostenibilità, che portano nel triennio 2020-2022 a 38 milioni di euro il totale di investimenti per l’efficienza degli stabilimenti, la protezione dell’ambiente e il monitoraggio delle emissioni in atmosfera. Tra gli interventi più importanti, ci sono i nuovi filtri ibridi negli stabilimenti di Gubbio (Perugia), Sesto Campano (Isernia) e Rassina per circa 2,5 milioni di euro ciascuno.

Il Rapporto, revisionato da Deloitte & Touche e redatto secondo le linee guida internazionali GRI-Standards (Global Reporting Initiative), è disponibile nella pagina “Sviluppo Sostenibile” del sito colacem.it.

Alcuni highlight

- 11 stabilimenti in 3 continenti

- 38 milioni di euro per la protezione ambientale e la riduzione delle emissioni nel triennio 2020- 2022

- 810.000 euro di contributi per il sociale

- il 47% degli acquisiti da fornitori locali

- 6.000 piante autoctone messe a dimora nel 2022 per i recuperi ambientali

- 207.000 tonnellate di rifiuti recuperati come materia, pari al 6,3% del totale

- Il 15,9% dell’energia termica recuperata da rifiuti in sostituzione dei combustibili fossili (petcoke)

- 50.000 tonnellate di CO2 risparmiate grazie all’uso di biomassa

- solo 8 grammi a tonnellata di clinker le emissioni specifiche di polveri

- emissioni specifiche di polveri ridotte del 65% in 10 anni

- il 21% dei camion alimentati a metano

- 866 dipendenti in Italia e circa 2.000 nel mondo considerando le società del Gruppo

-  il 99,5% dei lavoratori a tempo indeterminato

- 8.583 ore di formazione nel 2022

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colacem, efficientamento e transizione energetica le basi per il futuro

ArezzoNotizie è in caricamento