Giovedì, 18 Luglio 2024
Economia

Aumenta la qualità della vita ad Arezzo: è 37esima. I migliori parametri sono affari e lavoro

È uscita l'attesa classifica del Sole 24 Ore che ogni anno misura la qualità della vita nelle 107 province italiane

La provincia di Arezzo guadagna 4 posizioni rispetto all'anno scorso e si attesta al 37esimo posto in Italia nella classifica del Sole 24 Ore sulla qualità della vita. Un risultato che è frutto dei punti accumulati in 90 indicatori suddivisi in sei aree tematiche. Per quanto riguarda "Ricchezza e consumi" Arezzo è in calo rispetto al 2021 e si posiziona 56esima. "Affari e lavoro" è invece il parametro migliore con una 22esima posizione frutto del suo primo posto nell'indice specifico della quota di export rispetto al Pil che Arezzo ha come distretto orafo di valore internazionale; "Demografia, società e salute" offre per Arezzo una 38esima posizione, in miglioramento rispetto al 2021. In tema di "Ambiente e servizi" Arezzo è in calo al 51esimo posto, ma in un sottoindice, quello dei bambini conquista la seconda posizione per i punti accumulati per gli asili nido, le aree gioco, i pediatri e le scuole accessibili; la graduatoria di "Giustizia e sicurezza" pone Arezzo 32esima, in calo rispetto al 2021; infine la sesta tappa dal titolo "Cultura e tempo libero" vede Arezzo 47esima in rialzo rispetto all'anno precedente.

La classifica generale

La 33ma edizione dell’indagine sulla qualità della vita del Sole 24 Ore, pubblicata oggi, 12 dicembre, certifica la leadership di Bologna, seguita sul podio da Bolzano e Firenze. Un’edizione, quella di quest’anno, che dà ampio spazio alle ricadute sul territorio dei grandi shock 2022: guerra in Ucraina, caro-energia, inflazione. In fondo alla classifica ci sono invece Caltanissetta (105esima), Isernia (106esima) e infine Crotone (107esima) penalizzate da parametri come quelli di demografia, società e salute, giustizia e sicurezza, affari e lavoro.

Le città della Toscana

In Toscana sono tre le province presenti in cima alla classifica: oltre a Firenze, le new entry Siena, che arriva al 4° posto (+11 posizioni), e Pisa (+12 posizioni) al decimo posto. Segue al 37esimo posto Arezzo (+ 4 posizioni), poi Prato al 45esimo (+ 9 posizioni), Lucca 47esima (+ 11 posizioni), Livorno al 52esimo posto (+ 3), Grosseto 57esima (perde 4 posizioni), Massa Carrara è al 60esimo posto (+ 12) e infine, ultima tra le toscane Pistoia 64esima che ha comunque guadagnato nove posizioni rispetto al 2021.

Gli indicatori

I 90 indicatori statistici alla base dell’indagine, di cui 40 aggiornati al 2022, presentano una serie di novità: due indicatori sull’inflazione; un pacchetto di indicatori su energia da fonti rinnovabili/riqualificazioni energetiche/consumi energetici; l’indice della partecipazione elettorale alle ultime elezioni politiche di settembre 2022; nove indici sintetici inclusi nell’indagine che aggregano più parametri (Qualità della vita di giovani, bambini e anziani, Qualità della vita delle donne, Ecosistema urbano, Indice della criminalità, Indice di sportività, Indice del clima, IcityRank sulle città digitali).

Si confermano alcuni indicatori storici dell’indagine: valore aggiunto pro capite; prezzi delle case e incidenza dei canoni di locazione sul reddito medio dichiarato; imprenditoria giovanile; giovani Neet; ore di Cig ordinaria; infortuni sul lavoro; indice della qualità dell’aria; tasso di motorizzazione; indice di litigiosità nei tribunali; mortalità da incidenti stradali; numero di bar, ristoranti, librerie e palestre; agriturismi;  indice di lettura; verde urbano; banda larga ultraveloce; amministratori comunali under 40.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumenta la qualità della vita ad Arezzo: è 37esima. I migliori parametri sono affari e lavoro
ArezzoNotizie è in caricamento