Lunedì, 20 Settembre 2021
Economia

Città dell'oro compatta dopo l'inchiesta del Sole 24 Ore, Ghinelli vicino a Industriali e Consulta: "Ricostruzione ingenerosa"

Arezzo si compatta difendendo la categoria degli orafi, dopo l'indagine a puntate del Sole 24 Ore. “Quanto riportato dall'inchiesta sul mercato dell'oro - dice il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli - è ingeneroso nei confronti di un comparto...

oroarezzo254

Arezzo si compatta difendendo la categoria degli orafi, dopo l'indagine a puntate del Sole 24 Ore. "Quanto riportato dall'inchiesta sul mercato dell'oro - dice il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli - è ingeneroso nei confronti di un comparto produttivo che ha fatto la ricchezza di questa città".

Sono stati sottolineati solo gli aspetti negativi, senza alcuna considerazione per le caratteristiche principali di questo settore, che sono l'alta produttività e la grande inventiva. Inventiva - ha concluso Ghinelli, - che non ha nulla a che vedere con la frode e l'illecito.

Nei giorni scorsi si erano pronunciati sia l'Associazione territoriale degli Industriali che la consulta orafa di Arezzo.

Sono sconcertato - aveva detto ieri Andrea Fabianelli, presidente di Confindustria Toscana Sud - per l'immagine dell'oreficeria aretina ed italiana che esce artificiosamente dall'inchiesta. Un giornalismo certamente non in linea con la tradizione di serietà, autorevolezza e professionalità del nostro giornale"

La presidente della sezione orafi di Confindustria Toscana Sud Giordana Giordini aveva fatto eco a Fabianelli:

Il settore manifatturiero legato all'oro rappresenta una colonna portante del Made in Italy e del bello e ben fatto che tutto il mondo ci invidia. Sono arrabbiata e amareggiata, Arezzo e le sue aziende che da generazioni creano occupazione, lavorano l'oro con capacità, dedizione e sacrificio non possono che sentirsi ferite dalle affermazioni e dai giudizi espressi dai giornalisti del Sole 24 Ore. I pochi soggetti che si sono comportati scorrettamente devono essere individuati e condannati senza gettare fango su un intero settore ma - al contrario - a beneficio dello stesso.

Il giorno precedente era stata Alessia Gualdani, presidente pro tempo della consulta orafa, a esprimere la propria opinione sull'inchiesta definita:

Un'analisi così distante dalla realtà produttiva aretina, in alcuni passaggi addirittura pretestuosa, tale da rendere necessaria una decisione forte sulle azioni più opportune, dirette a ristabilire la corretta rappresentazione della realtà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città dell'oro compatta dopo l'inchiesta del Sole 24 Ore, Ghinelli vicino a Industriali e Consulta: "Ricostruzione ingenerosa"

ArezzoNotizie è in caricamento