Martedì, 28 Settembre 2021
Economia

Cgil e Cisl su Valentino: "Insoddisfatti ma un passo in avanti. Vogliamo garanzie su occupazione e stabilimento"

Oggi c'è stato l'incontro tra le parti sociali in Prefettura. Ecco come è andato secondo i rappresentanti dei lavoratori

"Un passo avanti". Così le sigle sindacali valutano l'incontro di oggi in Prefettura sul futuro della Valentino. Presenti la Prefetta Maddalena De Luca; la presidente della Provincia, Silvia Chiassai; il sindaco di Bucine, Nicola Benini; le organizzazioni sindacali, la RSU della Valentino e una rappresentanza  della società guidata dalla responsabile del personale di tutto il gruppo.

"E' stato un passo avanti perché l'azienda ha affermato l'impegno a presentarci appena pronto il piano dei “requisiti” che la nuova struttura dovrà sostenere. Uno studio appunto per verificare tutte le caratteristiche del futuro immobile. Quando sarà completato e saremo quindi alla fase della progettazione vera e propria, l'azienda la presenterà sia a noi che alle istituzioni in un incontro che si terrà nuovamente in Prefettura".

Innocenti e Scherillo precisano che i sindacti avrebbero voluto che il passo avanti fosse stato più lungo: "la nostra priorità è la difesa dell'occupazione ed è quindi evidente che alcune questioni - sulle quali stamani non abbiamo avuto risposte - sono centrali. La prima delle lista è la localizzazione della nuova fabbrica. Per noi è vitale che rimanga in Valdarno Aretino perchè non sono possibili i lunghi spostamenti che una parte dei dipendenti a oggi è costretta a fare e perchè vogliamo che il Valdarno non sia privato di un'importante attività produttiva".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cgil e Cisl su Valentino: "Insoddisfatti ma un passo in avanti. Vogliamo garanzie su occupazione e stabilimento"

ArezzoNotizie è in caricamento