rotate-mobile
Economia Saione

Quei cervelli in fuga che l'Italia non sa rimpiazzare, partecipato evento ad Officina Agile

L'occasione è stata fornita dalla presenza di Giulia Pastorella, responsabile relazioni istituzionali per l'Europa di Zoom e impegnata politicamente con Azione, che ha presentato ad Arezzo il suo libro "Exit Only, cosa sbaglia l’Italia sui cervelli in fuga”

Una serata per riflettere sullo scottante tema della mobilità internazionale di persone qualificate, un fenomeno che spesso prende il nome di "Cervelli in fuga", una definizione a volte semplicistica, per un universo complesso e sfaccettato. L'occasione è stata fornita dalla presenza di Giulia Pastorella, responsabile relazioni istituzionali per l'Europa di Zoom e impegnata politicamente con Azione, che ha presentato ad Arezzo il suo libro "Exit Only, cosa sbaglia l’Italia sui cervelli in fuga”. L'evento è stato promosso da Italia Agile all'interno degli spazi di Officina Agile.

Giulia Pastorella ad Arezzo

Introdotta da Marco Donati, Giulia Pastorella, intervistata dal direttore di Arezzonotizie Mattia Cialini, ha affrontato i tanti problemi che affliggono l'Italia e che sono alla base del depauperamento di talenti nazionali: persone giovani, laureate e qualificate che lasciano l'Italia senza tornare e senza essere adeguatamente rimpiazzate da eccellenze straniere. Un incontro partecipato che ha suscitato anche un vivace confronto finale con l'autrice. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quei cervelli in fuga che l'Italia non sa rimpiazzare, partecipato evento ad Officina Agile

ArezzoNotizie è in caricamento