Economia

Cerved Rating Agency alza il rating di Estra spa

I fattori chiave di rating che hanno determinato la valutazione di Cerved Rating Agency, riconducibili ai risultati economici e patrimoniali dell’azienda nel 2023 e alla normalizzazione delle dinamiche di settore

Cerved Rating Agency ha modificato il rating di Estra S.p.A. da B.1.1 ad A3.1: si tratta della classe di “Sicurezza” che individua le aziende con fondamentali solidi e una buona capacità di far fronte agli impegni finanziari, caratterizzate da basso rischio di credito.

I fattori chiave di rating che hanno determinato la valutazione di Cerved Rating Agency, riconducibili ai risultati economici e patrimoniali dell’azienda nel 2023 e alla normalizzazione delle dinamiche di settore, si riferiscono a: crescita della marginalità nel 2023 grazie allo sviluppo della Business Unit Vendita e delle attività Esco.

Nel 2023 il Gruppo ha registrato un EBITDA adjusted pari a 131,3 mln di euro, in marcata crescita rispetto al 2022 (90,7 mln). Una crescita sostenuta dalla Business Unit Vendita, dove si osserva un significativo incremento dell’EBITDA adjusted (59,6 mln di euro contro 33,0 mln nel 2022) grazie a: un mix di clientela più favorevole, principalmente rivolto al segmento Retail; una maggior stabilità di mercato, con un minor impatto degli oneri di sbilanciamento, e lo sviluppo dei volumi di energia elettrica, anche in virtù dell’aggiudicazione del Lotto 9 della gara del Servizio Tutele Graduali; una strategia di approvvigionamento progressivamente più orientata agli acquisti di metano sul mercato PSV (principale punto di incontro tra domanda e offerta del mercato del gas).

Miglioramento del leverage finanziario a dicembre 2023

Nel corso del 2023 Estra ha registrato un Cash Flow Operativo Netto pari a 35,6 mln di euro, in crescita rispetto al 2022 (2,6 mln), oltre che per l’incremento della marginalità, anche grazie alla normalizzazione delle quotazioni delle commodities energetiche, con impatto positivo sul capitale circolante, e al graduale smobilizzo delle posizioni creditorie verso il Sistema nazionale (generate dalle normative regolatorie in materia di settlement gase verso il GSE.

La generale normalizzazione delle dinamiche settoriali e le prospettive di consolidamento dei risultati economici nel 2024, a fronte del mantenimento di un assetto finanziario equilibrato.

In ottica prospettica, per la Business Unit Vendita è atteso il mantenimento di un mix di clientela gas e energia elettrica orientato principalmente al segmento Retail. Si prevede che il trend di crescita dei volumi energia elettrica possa confermarsi anche nel 2024. A fronte di quotazioni delle commodities energetiche previste in sostanziale stabilità, i livelli di marginalità media sono attesi in linea con il precedente esercizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerved Rating Agency alza il rating di Estra spa
ArezzoNotizie è in caricamento