Arriva la certificazione della comunità europea per il ventilatore polmonare made in Arezzo

Al via la distribuzione in Europa dell’innovativo ventilatore polmonare non invasivo nato dalla partnership di Seco e Ibd

Biorespira innovativo ventilatore polmonare non invasivo, portatile e versatile, nato dalla partnership di IBD, PMI innovativa italiana attiva nel settore biomedicale e Seco, società leader nel settore dell’alta tecnologia per la miniaturizzazione dei computer, ha ottenuto la certificazione di conformità alla  Direttiva 93/42/Cee e alla normativa italiana per i dispositivi medici (Dlgs. 46 del 1997/02/24 e successive modifiche), pertanto può avviare la commercializzazione in Europa. Il dispositivo, creato in tempi record questa primavera per far fronte all’emergenza sanitaria collegata alla pandemia da Covid-19, coniuga le competenze e conoscenze di IBD nel settore medicale con le capacità tecnologiche di Seco. Si tratta di un ventilatore polmonare innovativo ad alto flusso, dalla forma compatta e portatile, per un uso sia ospedaliero che domiciliare per tutti i pazienti che necessitino di un supporto alla respirazione, a causa di polmonite da Covid-19 o per effetto di altre patologie. 

Sviluppato per rispondere all'attuale emergenza sanitaria legata alla pandemia Covid-19, Biorespira semplifica le complessità minimizzando i costi con una tecnologia all’avanguardia e non invasiva (NIV), un approccio innovativo e versatile alla ventilazione polmonare assistita, sia in un contesto clinico che quotidiano. Oltre a ventilare i malati affetti da Covid-19, senza necessità di intubazione, Biorespira può essere impiegato sia nei casi di immunodepressione sia nei casi che richiedono ossigenazione pre e post terapia intensiva.

"Siamo profondamente orgogliosi di questo risultato nato dall’integrazione di competenze di due realtà di eccellenza italiane  - spiega Massimo Mauro, amministratore delegato Seco - e dalla volontà di poter contribuire concretamente offrendo una soluzione tangibile ai problemi posti dall’emergenza sanitaria, attraverso una soluzione innovativa portatile per la ventilazione polmonare, non invasiva".

La ventilazione polmonare assistita è certamente considerata dai più l’unica terapia efficace nei pazienti affetti da insufficienza respiratoria da Covid-19. Grazie a questa partnership, gli innovativi respiratori realizzati da Ibd e Seco rivoluzioneranno l’offerta di queste fondamentali apparecchiature mediche, che sono attualmente disponibili in numero limitato, a costi molto elevati e con un utilizzo esclusivo nei pazienti intubati e sottoposti a terapia intensiva. 

Biorespira è dotato di un display completamente touch screen per un utilizzo semplice ed intuitivo, un generatore ad alto flusso per la ventilazione polmonare, un sistema chiuso che previene il rischio di infezione. Seco ha implementato un impianto di produzione in grado di realizzare 80 respiratori al giorno con particolare attenzione all’ottimizzazione dei costi. La produzione a regime di Biorespira consentirà a Seco, che già aveva mantenuto inalterati i propri livelli di occupazione nonostante la situazione congiunturale, di assumere ulteriori 15 persone dedicate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Biorespira è un progetto realizzato in tempi record per affrontare l’emergenza sanitaria, che offre una soluzione innovativa anche per il trattamento di patologie respiratorie non necessariamente collegate al Covid-19 - dichiara Corrado Ghidini di Ibd La nostra tecnologia anticipa la trasformazione dei modelli di assistenza sanitaria grazie alla sua caratteristica versatilità adatta anche ad un utilizzo fuori dalle strutture sanitarie e ospedaliere. Stiamo registrando uno straordinario interesse testimoniato dalle richieste in costante aumento da parte di istituzioni sanitarie in tutto il mondo. Da sempre il nostro Paese è un'eccellenza nel biomedicale"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Dilettanti, è ufficiale: stop ai campionati

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Covid. Ecco la nuova ordinanza regionale. Giani: "Verso didattica a distanza e presenze contingentate nei centri commerciali"

  • Lo sfogo del direttore di Rianimazione: "Abbracci senza mascherina, la gente non ha capito. Mi sono stancato"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento