Economia

Cantarelli, sul reclamo il giudice si riserva la decisione. Pacenti: "Capannone a rischio, merci e attrezzature trasferite"

"La celerità del provvedimento si rende a tal punto necessaria per il fatto che la società aggiudicataria sta provvedendo a trasferire merci e attrezzature fuori dai capannoni".

Il giudice si è riservato la decisione. Solo nei prossimi giorni sapremo cosa accadrò in merito al reclamo presentato da Antonio Pacenti nei confronti della società aggiudicataria del ramo d’affitto d’azienda del fallimento Cantarelli SS71.
Stamani, presso il tribunale di Arezzo, il presidente del Collegio, il giudice Marco Cecchi, dopo aver sentito le parti in causa, ovvero il legale del fallimento, il Pacenti e  e la società Toc Fashion Academy srl, alla presenza di una rappresentanza di ex lavoratrici Cantarelli, e ascoltate le istanze e le eccezioni formulate da tutte le parti, ha deciso di riservare la decisione. Ci sarà ancora da attendere dunque per sapere se ci saranno possibilità di rivedere l produzione nel capannone di Terontola. 

"Auspichiamo che lo scioglimento di detta riserva, compatibilmente ai carichi di giustizia, avvenga in tempi brevi - ha commentato Pacenti -. La celerità del provvedimento si rende a tal punto necessaria e determinate per il fatto che, così come riferito dalle dipendenti presenti, la società aggiudicataria sta provvedendo a trasferire merci e attrezzature fuori dai capannoni industriali facenti capo alla Cantarelli SS71 in tutta fretta con il concreto pericolo che anche dinanzi ad un’eventuale, quanto sperata  revoca dell’aggiudicazione, tutto il magazzino possa a quel momento non essere più nella disponibilità della Cantarelli con difficoltà per il reintegro considerata l’origine bulgara dei soci titolari della Toc Fashion srl."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantarelli, sul reclamo il giudice si riserva la decisione. Pacenti: "Capannone a rischio, merci e attrezzature trasferite"

ArezzoNotizie è in caricamento