BusItalia Sita Nord, è ancora sciopero

Le segreterie provinciali dei sindacati del trasporto: "L'emergenza Covid sta continuando a far sentire i suoi effetti non solo con la fortissima riduzione dei turni di servizi ma anche con la cessazione del sostegno del Fondo Bilaterale di Solidarietà per tutti i dipendenti"

Le segreterie provinciali dei sindacati del trasporto avevano denunciato il problema già nel maggio scorso. "Ma nulla è cambiato sostengono in una nota -. Il 10 luglio sarà quindi nuovamente sciopero dei lavoratori di BusItalia Sita Nord. L'emergenza Covid sta continuando a far sentire i suoi effetti non solo con la fortissima riduzione dei turni di servizi ma anche con la cessazione, il 21 giugno scorso del sostegno del Fondo Bilaterale di Solidarietà per tutti i dipendenti. La Direzione aziendale continua a manifestare  disinteresse verso le giuste rivendicazioni di tutti gli oltre 300 lavoratori toscani BusItalia, compresi quelli degli impianti fissi, posti in ferie forzate invece di utilizzare adeguatamente l'opportunità dello smart working".

E così Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal, Ugl passano all'attacco.

"La società si è rifiutata di reintegrare almeno qualche turno rispetto allo stesso periodo giugno-luglio non scolastico 2019, a differenza di tutte le altre aziende toscane del Tpl che invece hanno inteso non limitare ulteriormente il diritto alla mobilità di tanti cittadini garantendo loro il giusto servizio per una progressiva ripresa.

La Rsu ha richiesto il reintegro della percentuale mancante di retribuzione per i colleghi posti al Fondo (stipendi ridotti del 50%), proponendolo solo a fronte della certa riscossione aziendale di ogni risorsa pubblica prevista dalle specifiche norme governative emergenziali; infatti sinora la Regione Toscana sta sovvenzionando il trasporto pubblico ancora al 100%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma la risposta dell’azienda è stata unicamente quella di programmare un esaurimento sia delle ferie pregresse e quelle del 2020. Da qui lo sciopero venerdì 10 luglio dalle 17 alle 21 indetto unitariamente da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal, Ugl".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma della strada: perde la vita in un terribile schianto alle porte di Arezzo

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Muore a 24 anni nello schianto tra Monte San Savino e Arezzo

  • Doppio dramma della strada: Enrico e Stefano, due vite spezzate

  • Ciclista va in arresto cardiaco e cade rovinosamente. Rianimato: è grave

  • "Addio Enrico", quell'amore per moto e calcetto. Il dolore di Palazzo del Pero: attesa per i funerali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento